Acate. I Salemi, una famiglia con nel DNA il gene della longevità. Un’altra sorella, la signora Angelina, domani festeggia i cento anni.

Salvatore Cultraro, Acate (Rg), 13 dicembre 2014- Acate si appresta a conquistare un ambito ed invidiabile primato, quello della longevità, anche se da qualche tempo, purtroppo, sono state tante le giovani vite spezzate, a causa di incidenti stradali o mali incurabili. Con cadenza ormai quasi annuale, infatti, si festeggiano da tempo compleanni centenari, mentre si infoltisce a vista d’occhio la lista degli ultranovantenni. Un evento che la comunità acatese e l’amministrazione comunale puntualmente festeggiano con gioia stringendosi affettuosamente attorno al nonnino o nonnina di turno. Ultima in ordine di tempo ad aver tagliato il traguardo dei cento anni è stata la signora Angelina Salemi, classe 1914, la quale festeggerà domani sera l’ambito compleanno, presso la sala conferenze del castello dei principi di Biscari. La signora Angelina, quarta di otto figli, come racconta la nipote Tiziana Leone, “nasce a Biscari nel 1914 da papà Giovanni e mamma Pippina, il padre di origini comisane si trasferisce ben presto ad Acate e mette su una numerosa famiglia. A cavallo tra due guerre mondiali cresce otto figli e ben presto ne vede partire due, Angela ed il fratello Salvatore, per il lontano Brasile in cerca di migliori condizioni di vita, dove saranno raggiunti, ben presto, anche da altri due fratelli, Vincenzo e Salvatrice”. “Ritornata ad Acate in occasione del matrimonio della sorella Graziella- continua la signora Leone- incontra il suo grande amore il futuro marito Luigi. Il loro matrimonio seppur breve, li vede uniti da un grande amore e sebbene non abbia avuto mai figli, zia Angelina è sempre vissuta circondata dall’affetto di tanti nipoti e amici”. Ma la signora Angelina non è l’unica centenaria della famiglia Salemi. La sorella Vincenzina, infatti, ha già raggiunto il traguardo dei 102 anni, festeggiati lo scorso mese. Mentre altri due fratelli, Vincenzo e Salvatore, sono ormai vicinissimi anche loro all’ambita meta. Probabilmente, come afferma scherzosamente la nipote Tiziana Leone, nel DNA della famiglia Salemi si nasconde il gene della longevità.

Print Friendly, PDF & Email