Acate. Protesta del “Comitato Cittadino” davanti alla materna “De Amicis”

Redazione Due, Acate (Rg), 15 giugno 2015.- “Il Comitato Cittadino”, costituitosi recentemente e contrario all’insediamento di Centri di accoglienza per extracomunitari nel centro storico della cittadina iblea, non demorde nella sua azione di lotta. Sabato pomeriggio, infatti, ha convocato una assemblea cittadina di protesta, davanti al plesso di scuola materna, “De Amicis” di via Angirillo, al fine di scongiurare, nella struttura scolastica attualmente non utilizzata, l’insediamento di altri profughi extracomunitari. Secondo i coordinatori del Comitato, i quali sostengono di essere in possesso di documenti ufficiali che confermerebbero quanto da loro denunciato, ci sarebbe stato un accordo di massima tra il sindaco di Acate, la Fondazione San Giovanni Battista di Ragusa, la Prefettura e la Regione, finalizzato all’individuazione di un eventuale Centro di accoglienza per minori richiedenti asilo, proprio nei locali della materna De Amicis, da qualche mese in disuso. Una eventualità, questa, fermamente smentita, in una nota pubblica, dal primo cittadino Francesco Raffo il quale ha rassicurato la cittadinanza anticipando che, già a partire da oggi, il plesso De Amicis riprenderà la sua funzione originaria di struttura scolastica ospitando, con l’avvio del prossimo anno scolastico, alcune sezioni della materna attualmente allocate nell’ex asilo nido di via Agrigento ed un paio di sezioni del plesso “Puglisi”, al fine di permettere l’avvio di lavori di adeguamento presso quest’ultimo plesso.

Print Friendly, PDF & Email