Acate. Sequestro fascia costiera Macconi: nota dell’ex sindaco Gaetano Masaracchio. Riceviamo e pubblichiamo.

Redazione Due, Acate (Rg), 16 gennaio 2017.- E’ di ieri 15 gennaio la nota del movimento 5 Stelle pubblicata a pagina 29 del quotidiano “ La Sicilia”, nel contesto di un comunicato del Sindaco Raffo su Macconi , ancora una volta debbo prendere atto che ad Acate la dietrologia non si è fermata nel Sindaco Raffo, ma c’è tutta anche nei novelli “tutori della legalità” . Mi corre l’obbligo di pubblicare questa mia dichiarazione perché citato e condannato dai novelli giudici del “ grillo accusatore” locale. I penta stellati parlano del sequestro della fascia costiera di Macconi come unico fenomeno con l’abusivismo edilizio. Con arte la loro saggia legalità li spinge a sparare a zero contro tutto e contro tutti e non riescono a distinguere un disastro ambientale causato da rifiuti speciali e ordinari da un abusivismo edilizio che risale agli anni 60. Il disastro ambientale dovuto ai rifiuti si è aggravato da due anni ad oggi e cioè dal giorno in cui è stata abolita la Provincia Regionale con la chiusura dei centri di raccolta dei rifiuti speciali ( plastica ). Le serre abusivamente costruite nel demanio ? … vero è che il fenomeno è dilagato, ma negli ultimi anni e non 30 anni fa anche perché è mancato un serio e produttivo controllo che non è di competenza soltanto degli organi di vigilanza comunale o territoriale, ma anche degli organi regionali . Pertanto ogni addebito citato dai soloni della legalità, ai sindaci tra cui Masaracchio, circa il disastro ambientale oggetto del sequestro va respinto e ritorna al mittente se non altro per essere fedeli portavoce del mondo grillino che a Palermo ha favorito la cancellazione della Provincia Regionale. Abusivismo Edilizio: I grillini sentenziano la loro condanna contro i Sindaci susseguitesi dal 1986 tra cui Masaracchio ( 1994/1998) per non avere tutelato la legalità a Macconi dimenticando che a Macconi le prime costruzioni abusive risalgono agli 60 e il boom lo si è avuto negli anni 70 . Mi chiedo in base a quale criterio “ i giudici penta stellati” hanno assolto i Sindaci degli anni 70? Sicuramente mi direbbero che non erano ancora nati e non possono sapere , ma allora negli anni 80/90 se erano nati ed erano dei lattanti ,col biberon in bocca, come fanno a condannare Masaracchio? Di quale colpa si è macchiato se a macconi tutto era stato sanato. Mi direbbero che le costruzioni nella fascia dei 300 metri dalla battigia dovevano essere abbattute ed è vero, potrebbe essere un provvedimento loro se vanno al governo, io personalmente non l’ho fatto e non me ne pento perché erano costruzioni risalenti a 20 anni prima di me. Potrei capire le loro accuse qualora uno dei sindaci citati dal 1986 ad oggi avesse costruito abusivamente una casa o una villetta, potrei capire ma non capisco come mai non siano stati citati , quali complici dell’illegalità da loro denunciata, funzionari e dirigenti comunali che tutto sommato in determinati uffici sono i veri responsabili del controllo sia del territorio che delle costruzioni edilizie? Debbo pensare che i grillini ,per la foga di apparire sempre e comunque unici, sparano a zero in uno stato confusionale, poi magari non approfondiscono la correttezza di alcuni provvedimenti di affidamento ad agenzie o cooperative private, per la riscossione dei tributi comunali … questo proprio non lo capisco.

Gaetano Masaracchio

Print Friendly, PDF & Email