Acate. Siglato protocollo d’intesa tra Comune e cooperativa “Centro Studi e ricerche del Mediterraneo” per Emporio Sociale e Tavola della Solidarietà.

Redazione Due, Acate (Rg), 11 giugno 2015.- E’ stato firmato un protocollo d’intesa tra il sindaco di Acate, Francesco Raffo ed il presidente della cooperativa sociale onlus, “Centro Studi e ricerche del Mediterraneo”, di Comiso, Salvatore Salibba, per l’attuazione di un progetto denominato, “S.O.S. Seeds of solidarity, Semi di Solidarietà. Acate città solidale”. Il progetto, elaborato dalla consulente del sindaco per l’europrogettazione  e l’integrazione sociale, Valentina Maci,  si avvarrà, in caso di approvazione, dei finanziamenti del fondo “Lire Unrra 2015”. Un fondo finalizzato a sostenere programmi socio-assistenziali aventi come destinatari soggetti che si trovano in condizioni di marginalità e bisogno, diretti a fornire servizi di accoglienza abitativa, assistenza ai senza fissa dimora e distribuzione di alimenti. In caso di finanziamento del progetto è intenzione dell’amministrazione comunale realizzare degli specifici servizi quali, un Emporio Sociale (banco alimentare), finalizzato a sostenere con derrate alimentari le famiglie in particolare difficoltà economica ed una Tavola della Solidarietà. Il protocollo d’intesa, siglato tra il Comune e la Cooperativa, prevede per entrambi, delle specifiche competenze. Il Comune di Acate si occuperà, tra l’altro, della realizzazione e della presentazione del progetto, dell’identificazione dei luoghi da destinare all’Emporio Sociale, dell’individuazione dei soggetti bisognosi destinatari degli aiuti e della realizzazione di percorsi formativi ed informativi sul progetto che saranno curati dalla consulente Maci. Alla Cooperativa, “Centro Studi e ricerche del Mediterraneo”, di Salvatore Salibba, toccherà, invece, occuparsi in modo particolare, in caso di finanziamento del progetto, della distribuzione delle derrate alimentari ai soggetti in stato di bisogno e del reclutamento e formazione del personale necessario per l’acquisto, stoccaggio e distribuzione delle derrate.

Print Friendly, PDF & Email