Ancora alta la tensione tra i lavoratori forestali nonostante l’impegno della Regione, si aspetta la firma della delibera Cipe

Canicattini Bagni, 19 novembre 2015 – Resta ancora alta la tensione tra i lavoratori forestali sino a quando la Presidenza del Consiglio dei Ministri non firmerà la Delibera Cipe dello scorso 6 Novembre, che garantirà alla Regione i famosi 89 milioni di euro destinati al comparto.

Una firma, tra l’altro, che farà da garante alla Regione che ieri sera ha deliberato l’impegno di 50 milioni di euro, al termine di un lungo incontro con i Sindacati di Categoria ed i Sindaci siciliani interessati dai cantieri, coordinati dal Vice Presidente di AnciSicilia, Paolo Amenta, Sindaco di Canicattini Bagni.

Questa mattina a Canicattini Bagni i lavoratori hanno continuato a presidiare il Comune allarmati da questo ritardo, ed hanno incontrato il Sindaco Paolo Amenta che ha riferito loro i termini della trattativa di ieri pomeriggio e della decisione del Governo regionale di impegnare i 50 milioni di euro, che permetterebbero di poter completare le giornate mancanti per il raggiungimento, a seconda delle fasce, delle 78 – 101 – 151 giornate lavorative, necessarie anche per non essere esclusi dalle prestazioni previdenziali.

«Come ho già dichiarato ieri al termine dell’incontro con il Governo regionale – ha sottolineato il Sindaco Amenta – quella attuale è una corsa contro il tempo, e di questo i lavoratori sono consapevoli e preoccupati, tantè che continuano a presidiare il Comune. La firma della Delibera Cipe da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri infatti farebbe già di per se da garante all’impegno finanziario della Regione. Mi auguro che tutte le procedure siano velocizzate e i lavoratori dalla prossima settimana possano riprendere il lavoro».

Print Friendly, PDF & Email