Augusta, Marziano: “Ok accoglienza, ma stop ai mercantili”

Gaetano Piccione

AUGUSTA (Sr) –  «Si all’accoglienza in tutte le sue forme, ma l’ormeggio di navi mercantili di migranti al porto di Augusta non è più sostenibile, sia per gli effetti economici e sociali, e anche per un problema di sicurezza e salute pubblica». A dichiararlo è stato il presidente della Terza commissione “Attività produttive” dell’Assemblea regionale siciliana, il deputato regionale, Bruno Marziano, in occasione della segnalazione dell’ennesimo sbarco di centinaia di migranti sulla costa siciliana. Oggi è previsto l’arrivo di una “carretta del mare” al porto di Augusta, con a bordo 800 migranti ma senza equipaggio. «Lungi da me – ha dichiarato il parlamentare regionale Marziano -, mettere minimamente in discussione l’accoglienza dei migranti, in tutte le sue forme e nel massimo rispetto per la dignità e la salute di chi giunge in condizioni disperate, però l’ormeggio della seconda nave mercantile al porto di Augusta potrebbe causare danni gravi ed irreparabili all’operatività del porto, con dirette conseguenze sulle imprese concessionarie e sull’intero cluster portuale. Ho informato della vicenda i parlamentari nazionali del Partito Democratico, affinché si possa chiedere l’intervento sia del ministro degli Interni, che del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, per trovare una soluzione a quello che potrebbe rappresentare un ostacolo alle attività del porto di Augusta».

Print Friendly, PDF & Email