Autostrada Sr-Rg-Gela al centro della Seconda Commissione Ars. Dipasquale: “Occorre assolutamente evitare lo stop”

PALERMO – Evitare lo stop ai lavori in corso per la realizzazione dei nuovi lotti dell’autostrada Siracusa – Ragusa – Gela. E’ quanto ha richiesto il deputato regionale del Partito Democratico, Nello Dipasquale, durante i lavori della Seconda Commissione Ars convocata per affrontare la questione alla presenza dei rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil e ai rappresentanti dell’associazione temporanea d’impresa che con solerzia e puntualità sta svolgendo gli interventi sebbene si sia in ritardo con i pagamenti degli stati di avanzamento lavori. L’impresa non può più anticipare i fondi, milioni di euro come ha finora fatto, e dunque non può più pagare i dipendenti. “E’ assurdo che si rischi il blocco del cantiere dopo l’impegno messo in campo per appaltare i lavori – ha detto il parlamentare Nello Dipasquale intervenendo in commissione – La Regione attraverso l’assessore Bacei mi aveva assicurato che per la propria parte avrebbe sbloccato le risorse economiche necessarie in pochi giorni. Resta il problema dei fondi delle risorse economiche che si attendono dal Governo nazionale e per questo motivo serve intervenire congiuntamente su Roma. In quella che sarà una necessaria ed urgente interlocuzione con il Ministero non bisognerà dimenticare anche il finanziamento degli altri lotti della Siracusa – Ragusa – Gela e lo sblocco delle procedure per il raddoppio della Ragusa – Catania. In una Sicilia in cui purtroppo le infrastrutture stradali franano, non possiamo permetterci lo stop alle autostrade in costruzione”. Il Governo regionale, durante i lavori dell’organismo, si è impegnato a trasferire prima possibile le risorse all’impresa annunciando lo sblocco di 13 milioni di euro. I rappresentanti di quest’ultima hanno assicurato massima celerità sui cantieri, che vedono circa 500 operai impegnati anche con tripli turni per la copertura h24, ma la Regione dovrà fare la propria parte fino in fondo. All’incontro era presente il presidente del Cas, Faraci.

Print Friendly, PDF & Email