AVS Santa Croce Camerina, benedetta la nuova ambulanza intitolata a Tano Rizzo

Benedetta ieri pomeriggio, a Santa Croce Camerina, la nuova ambulanza dell’ AVS, Associazione Volontari del Soccorso. Un mezzo di ultima generazione che va ad arricchire il parco mezzi dell’Associazione di volontariato che da anni si spende con impegno per il bene della collettività.

Un impegno che oggi viene fermamente ricambiato dalla cittadinanza, l’ambulanza è stata infatti acquistata con le offerte dei cittadini santacrocesi che in questi ragazzi hanno trovato un punto di riferimento importante.

E ieri, alla presenza del primo cittadino, Franca Iurato, dell’Assessore ai servizi sociali Marianna Cuciti, del Presidente Regionale AVIS, Salvatore Mandarà, dei familiari di Tano Rizzo a cui è stato intitolato il mezzo e di altre associazioni di volontariato operanti nel territorio ibleo, il parroco Don Angelo Strada ha benedetto il mezzo e i suoi conducenti.

Momenti di commozione, seguiti da un grande applauso, si sono vissuti quando il Presidente dell’Associazione, Rosario Sallemi, ha ricordato Tano Rizzo, scomparso prematuramente ma vivo nel cuore di tutti anche per il grande impegno profuso. Ed è al suo ricordo che i volontari dell’ AVS hanno voluto intitolare questo nuovo mezzo.

“Abbiamo raggiunto un altro importante traguardo – afferma il Presidente dell’ AVS Rosario Sallemi – grazie ai numerosi cittadini che da diversi anni credono nell’operato della nostra associazione. Questa nuova ambulanza è il frutto di tutte le offerte e acquisisce un immenso valore l’averla intitolata a Tano Rizzo, una persona davvero speciale che in passato si è speso tantissimo per questa associazione e per il nostro paese. Mi riempie il cuore di gioia vedere il suo nome inciso nella nuova ambulanza, questo manterrà sempre vivo il suo ricordo in tutti noi”.

“Un ringraziamento speciale – conclude – lo dedico agli sponsor che hanno sostenuto questo evento, alle Istituzioni che non hanno fatto mancare la loro presenza ad un evento così importante per la nostra città, al Corpo Bandistico Risveglio Kamarinense, a tutte le associazioni e soprattutto ai volontari che sono l’anima della nostra associazione”.

 

Print Friendly, PDF & Email