Azienda ospedaliera Arnas Garibaldi di Catania, insediato nuovo comitato consultivo

CATANIA – Si è insediato il nuovo comitato consultivo dell’Azienda ospedaliera Arnas Garibaldi di Catania: è Patrizia Cavallaro, rappresentante dell’associazione Malattie reumatiche infantili Sicilia (Maris Onlus) il presidente che guiderà l’organismo istituzionale previsto dal decreto assessoriale del 15 aprile 2015. Ad affiancarla, il vice presidente Bruno Andò, rappresentante dell’associazione Bambino con disordini rari del metabolismo (Bacodirame).
Il Comitato è stato istituito allo scopo di favorire la partecipazione alle politiche della sanità da parte dei cittadini e formulare pareri e proposte al management dell’Azienda ospedaliera. Ai lavori della prima assemblea sono intervenuti il direttore generale dell’Arnas Garibaldi Giorgio Santonocito e il presidente della Conferenza dei comitati consultivi Pieremilio Vasta.
Il direttore generale nel porgere il benvenuto ai componenti del nuovo comitato consultivo ha presentato l’Azienda, esprimendo la propria soddisfazione nel dirigere una realtà ormai diventata «punto di riferimento per l’alta specializzazione, tanto da convogliare strutture e risorse specifiche votate all’eccellenza medica. Negli ultimi anni – ha spiegato –  tra le prerogative principali del Garibaldi-Nesima si è sviluppata senz’altro anche la branca dell’oncologia, concepita secondo un’organizzazione centralizzata e razionale dell’intero ciclo terapeutico, dal supporto medico a quello psicologico per il paziente». Nel riconoscere il ruolo istituzionale svolto dai CCA ha assicurato inoltre la piena disponibilità da parte della direzione per un dialogo costante e proficuo.
Pieremilio Vasta ha sottolineato «il valore e la funzione della partecipazione», facendo anche riferimento alla nuova dimensione della “Rete civica della Salute” di cui i comitati sono attori principali: «Questi organismi hanno compiti molto chiari, disciplinati da due decreti assessoriali, che intendono realizzare un principio fondamentale: mettere al centro del sistema sanità l’interesse del paziente». I lavori dell’assemblea hanno visto anche l’intervento del presidente uscente Salvo Cacciola.

Il Comitato Consultivo Aziendale è composto da 36 fra associazioni di volontariato, di tutela dei diritti degli utenti e di rappresentanza degli operatori del settore sociosanitario.

Print Friendly, PDF & Email