BANCARI SICILIA. NELLE ASSEMBLEE PER IL CONTRATTO: UNANIMITA’ E VALANGHE DI SI.

Proseguono le assemblee dei bancari per l’approvazione dell’ipotesi d’accordo raggiunta dalle Organizzazioni Sindacali tra il 31 marzo e la nottata del 1° aprile 2015. (nella foto il Leader della FABI: Lando Maria Sileoni)

Come ricorderanno i lettori è stata una  lunga trattativa  durata circa 18 mesi e interrotta due volte con la proclamazione di agitazioni, scioperi e manifestazioni dei lavoratori che in massa hanno fatto sentire la loro protesta.

In Sicilia i dati parziali di questa settimana indicano una quasi unanimità di consensi all’accordo. Un coro di sì sembra delinarsi anche nelle altre Regioni.

Ecco il quadro delineato dopo le votazioni nelle assemblee:

 

Messina (assemblea di piazza tenuta ieri)

VOTANTI                               149

FAVOREVOLI                      147

CONTRARI                                2

 

Trapani – Alcamo

UNICREDIT

VOTANTI                               95

FAVOREVOLI                     95

 

PALERMO – Assemblee tenutesi in varie Aziende (MPS, Banca Sella, Banco Popolare, Unicredit città e parte prov., Banca Nuova, Credito Siciliano, BNL e BPI, Banca Intesa)

VOTANTI                              562

FAVOREVOLI                     558

CONTRARI                                 2

ASTENUTI                                 2

Nei prossimi giorni proseguiranno le riunioni aziendali e zonali a Palermo. A Siracusa si terrà l’assemblea di piazza giorno 26 maggio stessa data scelta dai sindacalisti di Enna. Il giorno successivo (27 maggio) saranno coinvolti i colleghi di Ragusa per poi proseguire nei primi giorni di giugno con Catania (3 giugno) e nelle altre province.   Entro il 15 giugno le Segreterie Nazionali e dopo avere ottenuto il consenso dei lavoratori bancari italiani  i Sindacati, saranno, nelle condizioni di sciogliere la riserva e garantire un contratto  nazionale a tutta la categoria.

Print Friendly, PDF & Email