Caso Loris, il cordoglio dell’Istituto Comprensivo Psaumide di Camarina

“Sgomento e dolore attanagliano i nostri cuori, la rabbia graffia le nostre anime e lacrime amare sgorgano dai nostri occhi. Seppure addolorati, però, dobbiamo guardare nel profondo del nostro cuore, in quell’angolo non  offuscato dal male, per scorgervi la gioia della speranza, del ricordo e dell’amore dato e ricevuto”.

Questo il messaggio apparso, stamane, su un manifesto affisso davanti i plessi scolastici di Santa Croce Camerina e con il quale l’ Istituto Comprensivo “Psaumide di Camarina”, unitamente agli alunni e alle loro famiglie , manifesta il grande dolore per la perdita del piccolo Loris.

Nel frattempo, sta circolando la notizia che, il secondo telefono di cui tanto si è parlato in queste ore e che la stessa Veronica Panarello ha negato di possedere, pare che sia stato ritrovato e adesso sia al vaglio degli inquirenti. L’apparecchio dovrebbe appartenere in realtà ad un’amica della madre del piccolo Loris. Da quanto si apprende, il cellulare era stato prestato in precedenza a Veronica che, pare, lo abbia riconsegnato alla legittima proprietaria quando questa si  è recata presso l’abitazione degli Stival per porgere le condoglianze.  (fonte Tgcom)

Intanto, questo pomeriggio, a Santa Croce Camerina si svolgeranno i funerali del bisnonno del piccolo Loris. Adesso ci sarà un altro angelo, accanto a lui, a proteggerlo.

Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte della nostra redazione.

Print Friendly, PDF & Email