Catania. Chirurgia pediatrica, primato Arnas Garibaldi per trattamenti malformazioni urogenitali

All’interno dell’UOC diretta da Sebastiano Cacciaguerra focus sulle moderne tecniche di correzione

CATANIA – L’Unità operativa complessa di Chirurgia pediatrica dell’Arnas Garibaldi è la prima in Sicilia nel trattamento delle malformazioni urinarie e genitali del bambino. A dirlo sono le statistiche dell’assessorato regionale alla Salute, confermando da diversi anni il ruolo di primo piano della struttura, diretta da Sebastiano Cacciaguerra. Dall’inizio dell’attività, nel 2004, sono state sviluppate e messe in atto le tecniche più moderne per il trattamento mini invasivo della calcolosi reno ureterale, delle giuntopatie, del megauretere e del reflusso vescico-ureterale. Sono infatti ormai rari i casi in cui queste patologie debbano essere trattate con tecniche “open”, ricorrendo cioè alla chirurgia tradizionale che prevede delle incisioni sul corpo dei piccoli pazienti.

L’occasione per approfondire le nuove metodologie di trattamento delle malformazioni dei genitali esterni si è presentata grazie all’organizzazione del corso dal titolo “Hands on in chirurgia urogenitale pediatrica e dell’età evolutiva”, che ha visto la partecipazione del prof. Waifro Rigamonti di Brescia. Durante il corso – al quale hanno partecipato specialisti interni all’azienda (chirurghi pediatri, urologi e chirurghi plastici) e provenienti da altri ospedali – sono stati toccati argomenti quale l’ipospadia, l’epispadia e le malformazioni complesse dell’apparato urogenitale.

Print Friendly, PDF & Email