Catania. Festeggiati con un premio nazionale di poesia, saggistica e narrativa i cento anni di Carmelo Monteleone

Lo stesso Monteleone ha consegnato i premi alla presenza dell’assessore D’Agata

CATANIA – Cento anni spesi nell’insegnamento e nell’impegno sociale . A tagliare il traguardo del secolo il professore Carmelo Monteleone al quale è stato dedicato un concorso speciale nazionale di poesia , narrativa e saggistica
“Città dell’ETNA”. La premiazione del concorso è avvenuta il giorno del centesimo anno del professore Monteleone nel corso di una affollata festa speciale alla quale ha partecipato l’assessore Rosario D’Agata, in rappresentanza del sindaco Enzo Bianco.
Il professor Monteleone, fondatore e presidente dell’Apus (associazione pedagogica universitaria siciliana), che si occupa della formazione professionale finanziata dalla comunità europea, ha speso la sua vita nel campo dell’insegnamento e delle attività sociali e culturali. Lui stesso orfano del padre, caduto nella grande guerra, studiò grazie agli aiuti dedicati agli orfani di guerra. Specializzato in Agraria ha insegnato ed è stato preside di diversi istituti. E’ il fondatore del primo movimento nazionale per le famiglie numerose con sedi a Catania e Roma. Ma la sua attività oltre che nel sociale è stata attenta alla cultura. Ha fondato infatti l’A.C.A.A. ( accademia culturale amici dell’arte) che, oltre a promuovere diversi premi letterari, per la prima volta a Catania, con autorizzazione ministeriale, si occupò dell’aggiornamento dei docenti. Nel corso della festa è stato lo stesso Monteleone a premiare i vincitori concorso “Città dell’ETNA” per la poesia: Gabriella Pison, Santo Consoli, Rosa Maria Di Salvatore, Santo Di Geronimo e per la Saggistica e Narrativa: Salvatore Lucio Scarpello, Giusy Baglieri ex aequo con Novella Prima, Bruno Branciforti e Nerino Capelli.

Print Friendly, PDF & Email