Celebrata la giornata mondiale della prematurità

Gaetano Piccione

RAGUSA – Per celebrare la Giornata Mondiale della prematurità, lo scorso 17 novembre, la facciata dell’edificio della direzione generale dell’Azienda Sanitaria di Ragusa si è tinta di viola, il colore che simboleggia la prematurità.

L’Asp di Ragusa ha voluto condividere questa Giornata perché, come già affermato dall’Associazione “Nati per crescere” di Ragusa, oltre a diffondere e salvaguardare i diritti fondamentali del neonato, sancita dalla “Convenzione Internazionale dei diritti dei Minori (ONU 1989), è di fondamentale importanza divulgare i concetti di globalità e di efficienza nell’assistenza perinatale, sviluppando una cultura di crescita sana del neonato e del futuro adulto. In Italia, nel 2012, sono nati 534.186 bambini, di questi il 7,2 % sono prematuri, l’1% ha un peso inferiore a 1.500 grammi ed il 6,2% tra 1.500 e 2.500 grammi.
Grazie al miglioramento dell’assistenza neonatale e della diffusione delle Terapie Intensive Neonatali, oggi stimiamo che il 98,2% dei nati prematuri non ha problemi né complicazioni. Tra le cause di un parto prematuro: gli stili di vita delle mamme, la patologia della gravidanza (ipertensione, patologie alimentari, infezioni), l’aumento dell’età media delle gestanti e l’aumento delle gravidanze medicalmente assistite. All’iniziativa hano aderito anche i Comuni iblei.

Print Friendly, PDF & Email