Cinque architetti di fama internazionale per parlare della genesi dei progetti architettonici

Il ciclo di incontri, organizzato da un comitato del corso di laurea in Ingegneria edile-architettura, sarà inaugurato da Tony Fretton

PISA – Sarà l’architetto inglese Tony Fretton a inaugurare “Genesis”, il ciclo di lezioni d’architettura nato da un’idea del comitato scientifico composto da studenti e professori del corso di laurea in Ingegneria edile-architettura dell’Università di Pisa e inserito nel programma biennale del Laboratorio per la qualità urbana LabQ. L’appuntamento è venerdì 1 aprile, alle ore 17, nell’Aula Magna del Polo Carmignani, in Piazza dei Cavalieri.

Tony Fretton è noto principalmente per le sue soluzioni progettuali nei temi dell’architettura residenziale e nelle gallerie pubbliche. Si è laureato alla Architectural Association e ha lavorato in molti studi di architettura quali Arup, Neyland and Ungless e Chapman Taylor, prima di fondare la sua propria firma Tony Fretton Architects (TFA) nel 1982. La sua prima opera di rilievo è la Lisson Gallery (1990). Fretton è prevalentemente noto per un approccio progettuale volto allo sviluppo di spazi artistici sensibili, adoperando una combinazione degli stilemi dell’architettura vernacolare e quella minimalista, bilanciandone le caratteristiche in un design senza tempo. Dal 1999 è docente di Architettura e Interni al TU Delft in Olanda.

Il comitato del corso di laurea in Ingegneria edile-architettura dell’Università di Pisa ha selezionato per il ciclo di incontri architetti riconosciuti a livello internazionale, scelti per le particolari ricerche progettuali e impegnati come maestri della loro professione. Dopo Tony Fretton, sarà la volta di Guillermo Vázquez Consuegra (Spagna), Ricardo Bak Gordon (Portogallo), Dietmar Eberle (Austria) e Dominique Perrault (Francia). Le conferenze sono gratuite, aperte a studenti, docenti, professionisti e appassionati di architettura e ogni incontro è accreditato dalla Federazione degli Architetti PPC Toscani con 2 CFP. «Ringraziamo le aziende, gli enti e le istituzioni che interessandosi al nostro progetto lo hanno reso possibile – dichiarano Brunello Favilla e Lorenzo Ciancarini, organizzatori dell’evento – primi su tutti Marmi Carrara, Franchi Umberto Marmi, il Rotary Club Pisa e l’Istituto Austriaco di Cultura di Roma, che hanno contribuito finanziariamente».

Il programma di conferenze, realizzato in collaborazione con 120g, l’Associazione LP, la Federazione degli Architetti PPC Toscani e Livegreenblog.com, ha il patrocinio di Regione Toscana, Comune di Pisa e DESTeC dell’Università di Pisa ed è supportato da Institut Français di Firenze e Dr Plot Pisa. «Queste lezioni sono occasioni importanti per capire di più la professione e come un architetto internazionale affronta un aspetto cruciale come quello della genesi progettuale», aggiunge il professor Luca Lanini, membro del Comitato Scientifico. L’intenzione del corso di laurea è quella di creare un evento a cadenza annuale, che inviti a discutere e confrontarsi su temi legati all’architettura, in un contesto perfetto quale Pisa, località turistica di fama mondiale e sede di ben tre fra le più importanti istituzioni universitarie d’Italia e d’Europa.

Il comitato organizzatore è composto da Brunello Favilla e Lorenzo Ciancarini; il comitato scientifico da Luca Lanini, Marco Giorgio Bevilacqua, Fabio Candido, Brunello Favilla, Lorenzo Ciancarini, Lyza Rossi.

Print Friendly, PDF & Email