Comitato promotore Gal “Terre del Golfo e dell’Ippari”, trovato accordo unitario con la parte pubblica

Lo scorso giovedì, nella sede del Consorzio Promoter Group a Vittoria, è tornato a riunirsi il Comitato promotore “Terre del Golfo e dell’Ippari” per la promozione dell’omonimo Gruppo di azione locale, esteso ai comuni di Vittoria, Comiso, Acate, Gela.

Ai soggetti di parte privata (associazioni di categoria, associazioni ambientaliste e di promozione culturale e turistica, cooperative sociali, aziende) che avevano costituito il comitato promotore lo scorso 27 maggio, si è aggiunta anche la parte pubblica, con la presenza dei rappresentanti di due comuni su quattro. Erano presenti all’incontro il sindaco di Acate, Francesco Raffo, e l’assessore allo Sviluppo economico e alle attività produttive del Comune di Comiso, Sandra Sanfilippo.

Durante la riunione è stato reso noto che i privati si sono mobilitati perché non è stata divulgata un’iniziativa pubblica che potesse dar voce alle aree ad alto valore naturalistico, che rischiavano di essere lasciate fuori dalla programmazione dei GAL in quanto incluse nelle cosiddette “aree B” (aree rurali ad agricoltura intensiva). Durante le attività di coinvolgimento degli attori da parte dei promotori del GAL “Terre del Golfo e dell’Ippari” si è venuti a conoscenza dell’esistenza di un altro comitato, nato per iniziativa del Comune di Vittoria.

Resa nota l’esistenza di due comitati, il Sindaco di Acate, al fine di aumentare le chance per l’approvazione del Gal da parte della Regione, si è adoperato affinché le due iniziative – quella avviata dai privati e l’altra del Comune di Vittoria – convergessero in un’unica direzione costituendo un partenariato comune. La proposta mediatrice del Sindaco Raffo è stata ben accolta da tutti i presenti e potenziali partners che hanno a cuore l’approvazione del GAL, in modo tale da non vanificare gli sforzi che hanno tracciato una nuova possibilità per i territori del Golfo di Gela e della valle dell’Ippari.

I partecipanti si sono dati appuntamento alla settimana prossima per un terzo incontro che vedrà i soggetti sia di parte pubblica che privata unirsi per lavorare alla stesura del progetto.

Print Friendly, PDF & Email