Il Comune di Rosolini aderisce alla Centrale Unica di Committenza modicana

MODICA – Questa mattina, poco prima di mezzogiorno, i Sindaci di Modica e Rosolini, Ignazio Abbate e Corrado Calvo, hanno firmato l’ingresso ufficiale del comune aretuseo all’interno della Centrale Unica di Committenza. Rosolini è il settimo Comune ad entrare dopo Modica, Scicli, Ispica, Pozzallo, Augusta e Noto. E sono già in vista i prossimi ingressi di altre città prestigiose come Vittoria, Avola e Pachino. Un’unione sempre più stretta tra il territorio ragusano e quello aretuseo con Modica capofila: “Indubbiamente grazie alla CUC stiamo riuscendo a realizzare quello che in tanti anni le Istituzioni non sono riuscite a fare, cioè saldare sempre di più questi territori confinanti. Da qualche anno a questa parte si è compreso che solo l’unione può dare risultati positivi per tutti. Nel caso specifico della CUC diretta da Carmelo Paradiso, i risultati sono già arrivati e sono sotto gli occhi di tutti. Basta guardare il numero di gare pubbliche esperite con l’enorme quantitativo di buste aperte”, così il Sindaco di Modica. Gli fa eco il “collega” di Rosolini, Corrado Calvo: “Per noi entrare a far parte della CUC di Modica è un grande piacere. Anche perché i rosolinesi sono molto legati all’ambiente modicano. Abbiamo visto come ha lavorato la Centrale nei mesi scorsi ed i risultati ottenuti dai Comuni che vi avevano già aderito. Grazie a questo ingresso non dovremo più ricorrere all’Urega, avendo ormai un punto di riferimento fisso ed affidabile sul territorio. Rosolini è in fermento, ha diverse gare da esperire e grazie alla CUC di Modica verranno assegnate nel più breve tempo possibile”.

Print Friendly, PDF & Email