Concordia sulla Secchia. “Matera capitale europea della Cultura 2019: anche Concordia partecipa al progetto”. Nota dell’amministrazione comunale.

Redazione Due, Concordia sulla Secchia (Mo), 21 luglio 2017.-  Anche Concordia ha aderito all’alleanza tra Modena e Matera. Lo scorso sabato 8 luglio, infatti, nel municipio di Modena, 25 Comuni del territorio hanno sottoscritto il protocollo d’intesa relativo alla condivisione del progetto di cooperazione culturale “Modena – Matera Capitale Europea della Cultura 2019”, in vista della manifestazione che tra due anni vedrà Matera protagonista della cultura in Europa in seguito alla designazione autorizzata dalla Commissione Europea. Alla firma dell’accordo erano presenti il Presidente della Provincia di Matera Francesco De Giacomo, il direttore generale della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Paolo Verri, il Vicesindaco di Modena Gianpietro Cavazza e l’europarlamentare Cecile Kyenge. L’intesa consentirà di valorizzare esperienze culturali, promuovere il territorio e creare reti di relazioni anche a livello europeo che coinvolgeranno scuole, talenti ed associazioni. L’Assessore alla Cultura del Comune di Concordia, Adriana Ferrari, era tra i 25 rappresentanti dei Comuni modenesi che hanno sottoscritto il documento.
“Sono ormai diversi mesi che stiamo collaborando al progetto Matera Capitale della Cultura 2019 accogliendo l’invito della Fondazione Matera-Basilicata – ha dichiarato Adriana Ferrari – che ci offre l’opportunità di far conoscere il nostro territorio attraverso le eccellenze culturali che ci contraddistinguono. Sarà uno scambio reciproco di conoscenze in cui motore di crescita sarà la cultura”. All’assemblea che si è tenuta a Modena erano infatti presenti rappresentanti di molti dei Comuni dell’Area Nord: oltre a Concordia infatti hanno sottoscritto il protocollo anche Camposanto, Cavezzo, Medolla, San Felice sul Panaro, San Possidonio e San Prospero. “Con questi Comuni – conclude l’Assessore Ferrari – stiamo lavorando per decidere come rendere soddisfacente ed efficace l’intesa e quali eccellenze culturali del nostro territorio portare a Matera”.

 

Print Friendly, PDF & Email