CRAL BANCO POPOLARE. Elezioni beffa! Bonfiglio di Messina proclamato vittorioso e decaduto. FABI: subito nuove elezioni

Una vicenda incredibile di elezioni farsa tenutesi al Banco Popolare per l’elezioni del Cral di Gruppo in rappresentanza del Centro-Sud: Lazio Basilicata, Calabria e Sicilia.

Un candidato ammesso regolarmente alle elezioni e inserito negli elenchi dei candidati allo scrutinio risulta essere stato il primo degli eletti e poi……..viene dichiarato subito dopo decaduto per vizi procedurali dalla Commissione elettorale.

Una beffa, quindi, non solo  per  il candidato che si chiama Giovanni Bonfiglio (nella foto) ma principalmente per i numerosi elettori che l’hanno votato.

La Commissione Elettorale si è preso gioco e ha calpestato le più elementari regole democratiche.

La FABI chiede a gran voce che chi di dovere intervenga  annullando tutte le operazioni di voto riguardanti Lazio, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia e indicendo nuove consultazioni veramente democratiche e libere.

Ecco il comunicato della FABI:

 

LA FARSA CONTINUA.

marchio_FABI Continuiamo con quanto ci eravamo ripromessi di fare finchè non sarà fatta chiarezza sull’elezione farlocca del Cral di gruppo nell’ambito Lazio,Basilicata,Calabria Puglia e Sicilia. Ricordiamo a tutti che il collega Bonfiglio Giovanni con avviso ai soci del 19 agosto era stato regolarmente ammesso dalla Commissione elettorale ed inserito negli elenchi dei candidati di questo ambito. Lo stesso collega, allo scrutinio è risultato primo degli eletti e poi INSPIEGABILMENTE escluso dalla competizione stessa. La gravità della vicenda ha costretto il collega a rivolgersi ad un avvocato che ha inviato al Presidente della Commissione Elettorale la raccomandata che sotto riproduciamo: Quasi in contemporanea lo stesso Presidente si è affrettato a firmare un verbale definitivo con l’esito della votazione (farlocca) e a divulgarlo, pensando forse di mettere una pietra tombale sulla vicenda. Una decisione sbagliata figlia di una superficialità sospetta quando, alla luce del reclamo, a nostro avviso più che giustificato, sarebbe bastato, indire nuove elezioni in quell’ambito, cosa che avrebbe evitato anche il ricorso legale e la pubblicità negativa alla vicenda che inevitabilmente ci sarà e riaprirà in ogni caso la questione. Solo per completezza di informazione, pensiamo fare cosa utile ai colleghi nell’informarli di come viene finanziato il Cral aziendale e di quali risorse lo stesso gestisce in TOTALE AUTONOMIA. Oltre al contributo individuale all’iscrizione del collega di 20 euro, al Cral viene versato un contributo da parte dell’Azienda di qualche centinaio di migliaia di euro oltre ad un ulteriore cifra, di non poco conto, per la gestione corrente di Villa Guerina, sede del Cral medesimo che forniremo non appena avremo certezza del quantum. La farsa quindi non finisce qui, Vi terremo informati del proseguo di questa incresciosa vicenda alla quale qualcuno ha deciso con il suo comportamento di dare ampia pubblicità. Verona, Novara, Bergamo, Lodi, 7 novembre 2016

LA SEGRETERIA DI COORDINAMENTO F.A.B.I. GRUPPO BANCO POPOLARE

Print Friendly, PDF & Email