Delegazione UICI di Ragusa a Messina per celebrare la XXIII^ Giornata Nazionale del cane guida

Anche una delegazione della sezione UICI di Ragusa, guidata dal Presidente Salvatore Albani ha preso parte alle manifestazioni organizzate in occasione della XIII^ Giornata Nazionale del cane Guida celebrata a Messina.

Ogni anno il 16 ottobre l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti che, tra i suoi scopi, annovera anche quello della riabilitazione funzionale e sociale delle persone cieche e ipovedenti, ricorda l’importante ruolo del cane guida, sempre presente e pronto a svolgere il suo delicato “lavoro” a fianco di tanti ciechi che desiderano affrontare, in piena autonomia, le difficoltà di ogni giorno.

Una giornata che mira anche a ricordare che discriminare un non vedente per il fatto che sia accompagnato da un cane-guida è punibile dalla legge. Essa stabilisce infatti che i gestori dei mezzi di trasporti ed i titolari di esercizi che “impediscano od ostacolino, direttamente o indirettamente, l’accesso ai privi di vista accompagnati dal proprio “cane guida” sono soggetti a multe dai 500 ai 2.500 euro, sancisce anche che un cane-guida può entrare in qualunque esercizio aperto al pubblico (L. n. 34/1974) e può accompagnare il non vedente anche su traghetti e aerei, in Italia e all’estero (L. n. 34/1974 – Reg. CE n. 1107/2006).

Diverse le iniziative messe in campo. Nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca è stata incontro-dibattito sul ruolo dei cani guida e sul servizio offerto ai ciechi. All’evento hanno preso parte anche il presidente nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Mario Barbuto, la componente della direzione nazionale Linda Legname, il presidente regionale Gaetano Minincleri e i presidenti delle nove sezioni provinciali siciliane, oltre a numerosi non vedenti accompagnati dai loro amici a quattro zampe.

Al termine dell’incontro i partecipanti, con i cani guida e bastoni bianchi, hanno raggiunto il palazzo della Prefettura dove una delegazione dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, composta dal Presidente nazionale, Mario Barbuto, dal Presidente regionale, Gaetano Minincleri, e dai Presidenti delle Sezioni provinciali della Regione Sicilia ha incontrato il Prefetto di Messina, dr.ssa Maria Carmela Librizzi.

L’incontro è stato occasione per illustrare le attività svolte dall’Unione in rappresentanza ed a tutela degli interessi morali e materiali dei non vedenti, al fine di assicurarne una sempre maggiore integrazione nella società.

I presenti, accompagnati dai loro cani guida, hanno altresì evidenziato il rilievo delle scuole per addestramento degli stessi ed il ruolo fondamentale svolto da questi animali per rendere effettivo il diritto all’ autonomia ed alla mobilità dei ciechi e degli ipovedenti. Nell’ esprimere vivo apprezzamento per le iniziative promosse dall’ Unione, il Prefetto ha manifestato ampia disponibilità e supporto per favorire il raggiungimento dei rilevanti obiettivi sociali.

Le celebrazioni si sono concluse con un raduno presso il Centro Regionale “Helen Keller” – scuola cani guida per ciechi.

Print Friendly, PDF & Email