Fare Verde Modica aderisce a “m’illumino di meno” 2016

Fare Verde Modica aderisce a “m’illumino di meno” 2016, la giornata di risparmio energetico giunta alla xxii edizione.

MODICA – L’Associazione ambientalista Fare Verde Modica aderisce a “M’illumino di meno” 2016, la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar” di Rai Radio2, che il 19 febbraio 2016, invita tutti a partecipare alla giornata del risparmio energetico.
Come? Spegnendo le luci, andando al lavoro in bicicletta, cucinando a basso impatto ambientale, diffondendo il messaggio.

Anche quest’anno la campagna coinvolge una varietà di soggetti: migliaia di ascoltatori, centinaia di associazioni ed i più importanti attori istituzionali, italiani e stranieri. L’iniziativa si avvale dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, dell’alto patrocinio del Parlamento europeo, del patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, dell’adesione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

In questa edizione, che culminerà nella Festa del Risparmio Energetico il 19 febbraio 2016, i punti fermi dell’iniziativa si confermano quelli di sempre: il racconto in onda delle migliori pratiche nell’ambito del risparmio energetico in Italia e all’estero, la mappatura radiofonica delle migliaia di adesioni alla campagna e, durante la diretta radiofonica di Caterpillar del 19 febbraio, i collegamenti con le varie città in cui avverranno gli spegnimenti che simbolicamente rappresentano un’attenzione alla riduzione dei consumi. L’edizione di quest’anno è dedicata in particolare al tema della mobilità sostenibile con la grande operazione Bike the Nobel, la campagna etica di Rai Radio2 promossa da Caterpillar in cui si candida la bicicletta a Premio Nobel per la Pace. Paola Gianotti, ciclista pluripremiata, ha pedalato da Milano fino a Oslo per portare le firme raccolte da Caterpillar, come atto simbolico di consegna della candidatura.

Quest’anno l’invito per gli amministratori e i cittadini è quello di basare la propria adesione sul tema della mobilità sostenibile: promuovendo l’uso della bicicletta e di tutti i mezzi a basso impatto energetico come simbolo di pace e di rispetto per l’ambiente. Pedalate cittadine, incentivi a usare i mezzi pubblici, pedibus scolastici, rinunciare un giorno all’automobile sono solo alcune delle tante iniziative che è possibile organizzare nei proprio territori per aderire.

L’obiettivo della campagna comunicativa è raccontare best practice in ambito di risparmio energetico da parte di istituzioni, comuni, associazioni, scuole, aziende e singoli cittadini, promuovendo la riflessione sul tema dello spreco di energia, che si può evitare con interventi strutturali ma anche con semplici accorgimenti che ogni singolo individuo può mettere in pratica: la coibentazione, l’uso di fonti rinnovabili, il ricorso a mezzi di trasporto meno impattanti sull’ambiente, l’attenzione a disattivare gli apparecchi elettronici che non si stanno utilizzano, sono un patrimonio a disposizione di tutti.

Il decalogo delle buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno (e anche dopo!) prevede:

  • spegnere le luci quando non servono;
  • spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici;
  • sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria;
  • mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola;
  • se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre;
  • ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria;
  • utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne;
  • non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni;
  • inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni;
  • utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

“L’invito rivolto a tutti, dalle istituzioni ai privati cittadini, dalle scuole ai negozi, dalle aziende alle associazioni culturali, è quello di aderire ad un simbolico “silenzio energetico” – dichiara Maria Chiara Adamo, referente locale di Fare Verde Modica – nella giornata del 19 febbraio 2016 e rendere visibile la propria attenzione al tema della sostenibilità spegnendo piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni, tra le 19 e le 20,00, durante la messa in onda della trasmissione radiofonica. Puntiamo ad una gestione “intelligente” delle risorse e ripensiamo ad un “futuro sostenibile” e mi raccomando “illuminiamoci di meno”.

Print Friendly, PDF & Email