Fermati quattro componenti della stessa famiglia per l’omicidio Dezio.

Vittoria-Sicilia
02/02/2016
Poco fa i carabinieri della compagnia di Vittoria hanno fermato, con l’accusa di concorso in omicidio: Gaetano Pepi di 70 anni e i suoi tre figli, Antonino di 42 anni, Alessandro di 38 e Marco di 26. Tutti sono accusati di avere provocato la morte dell’imprenditore agricolo Giusppe Dezio di 65 anni, dopo averlo più volte colpito con delle armi da taglio, molto probabilmente, coltelli.
Il delitto sarebbe maturato dopo una violenta discussione sorta per questioni di confini, mentre il morto e gli aggressori, si trovavano in contrada Arcerito, nelle rispettive proprietà, dove hanno le aziende agricole adiacenti.
Subito dopo il delitto, i militari dell’arma, coordinati dal capitano Daniele Plebani, hanno individuato i probabili assassini, e dopo un lungo interrogatorio, durato oltre 6 ore, ci sarebbero state delle ammissioni. Ancora una volta il condizionale è d’obbligo, in quanto gli investigatori continuano a trincerarsi dietro il più stretto riserbo.
Il padre Gaetano, sarebbe stato colto da malore e accompagnato in ospedale scortato dai carabinieri.
Dopo il fermo, tutti sono stati accompagnati alla casa circondariale di Ragusa.

Print Friendly, PDF & Email