FisHome – Il pesce fresco a Km 0

Scoglitti ancora una volta è stata al centro di una importante operazione di marketing, tesa a promuovere il pescato locale. Del resto in questa borgata marinara insiste una delle più grandi flotte pescherecce siciliane. A fare da cassa di risonanza è ancora una volta il Gac Ibleo che, dopo il successo di “Fish Road Iblea”,  chiude il 2015 con un’iniziativa promozionale e strategica in ambito transfrontaliero (Palestina – Tunisia), denominata “FisHome – Il pesce fresco a km 0”,  che si è articolata in due giornate (27 e 28 dicembre scorsi). Il primo giorno, in mattinata, nei locali della Delegazione municipale,  si è svolto un tavolo tecnico e di confronto con la partecipazione dell’Associazione dei Pescatori San Francesco, che rappresenta la totalità della categoria a Scoglitti. L’Esperto del sindaco, Angelo Fraschilla, ed il vicepresidente del Gac, Gaetano Cannizzo, hanno illustrato la ratio di FisHome e di come vuol puntare sulla valorizzazione dei prodotti ittici della costa Iblea, tenendo conto dell’eredità storica della pesca, della cultura e le tradizioni della fascia costiera ragusana. Con la magistrale conduzione del noto presentatore televisivo Salvo La Rosa, la centralissima Piazza Sorelle Arduino si è poi animata  con una ricca degustazione di piatti tipici locali ed innovativi. Donne scoglittiesi e chef di ristoranti rinomati, infatti, hanno preparato, rispettivamente, le famose focacce di pesce ed il sushi ibleo; mentre cuoche palestinesi e tunisine hanno preparato un riso tipico (Sayadiyye) a base di pesce ed un cous cous di pesce. A fare da cornice all’evento, allietato dalla musica di Luciano Busacca, c’era anche un’esposizione di auto storiche a cura del Veteran Car Club Ibleo. Notevole, vale la pena sottolinarlo, il contributo in termini logistici che ha fornito il Ristorante Al Porto. “Ancora una volta non possiamo che dirci soddisfatti per l’ottima riuscita dell’iniziativa, che ha riscosso un ampio consenso di pubblico nonostante la pioggia –  ha commentato al termine della prima giornata il sindaco di Vittoria e presidente del Gac Ibleo, Giuseppe Nicosia. – E’ la conferma che stiamo percorrendo la strada giusta e che questo mix fatto di degustazioni e approfondimenti, coinvolgendo le comunità dei borghi marinari, potrà darci in futuro numerose altre soddisfazioni, sempre intercettando i fondi europei e non dissanguando le casse comunali. Un ringraziamento va a tutti coloro che, ancora una volta, si sono subito messi a disposizione per la buona riuscita della due giorni”. L’indomani pomeriggio, a chiusura della due giorni, si è tenuto il convegno dal tema “Gac Ibleo, iniziative promosse e obiettivi raggiunti”. Ad aprire i lavori, moderati dalla giornalista Valentina Frasca, è stato Fabio Nicosia, presidente del Distretto Pescaturismo e Cultura del Mare, che ha parlato  della collaborazione sinergica tra Gac Ibleo e Distretto, ripercorrendo le esperienze maturate come la partecipazione ad Expo, senza tralasciare di annunciare tra  obbiettivi futuri una campagna di sensibilizzazione rivolta alle scuole, incentrata sul consumo del pesce fresco e locale. A seguire l’intervento di Nino Nicosia, in rappresentanza dei pescatori. “I consumatori – ha detto – preferiscono andare al supermercato ad acquistare pesce surgelato invece che di quello fresco, perché molti non hanno il tempo di pulirlo, e spesso neanche di cucinarlo. Dobbiamo organizzarci per fornire questi servizi direttamente al mercato ittico e ne trarremmo sicuramente grandi vantaggi”. Corposo l’intervento di Lucia Mallo, coordinatrice del Gac Ibleo, che ha illustrato il progetto dal punto di vista tecnico – burocratico, snocciolando nei dettagli lo strumento finanziario di cui si avvale il Gac, ovvero il Fep (Fondo Europeo per la Pesca). “La nuova programmazione europea – ha detto la funzionaria – avrà una dotazione finanziaria notevole, capace di innescare realmente una ricaduta positiva sui territori, a patto che dal basso provengano progetti seri, ben strutturati e partecipati. Bene Fish Road Iblea, la partecipazione all’Expo e FisHome, ma dal 1 gennaio ci vorranno iniziative ancora più incisive, e ci stiamo già attrezzando in tal senso”. A seguire gli interventi dell’assessore comunale allo Sviluppo Economico, Lisa Pisani, e dell’esperto per la Frazione di Scoglitti, Marco Dezio, i quali hanno parlato dell’importanza del Gac e delle ricadute socioeconomiche sulla Comunità. Ha chiuso i lavori il sindaco, Giuseppe Nicosia.  “Dobbiamo continuare a lavorare come se non avessimo una scadenza, come se le elezioni non fossero alle porte e avessimo davanti altri 5 anni”,  ha spiegato il Primo cittadino. E intanto  ha confermato a breve le aperture del Museo del Mare a Scoglitti e del mercato ittico a Vittoria nei locali della Fiera Emaia, per dare a tutti la possibilità di acquistare il pesce fresco senza doversi per forza recare al porto di Scoglitti. “Del lavoro sin qui svolto posso dirmi soddisfatto al 90% – ha continuato –  ma ritengo che, in futuro, vadano coinvolti ancora di più sia i pescatori che i ristoratori, quelli locali e quelli degli altri Comuni del Gac. Ottimo il lavoro svolto in termini di promozione e comunicazione. Mai ero arrivato a Milano e avevo visto campeggiare l’immagine della nostra città, senza considerare che siamo stati sulle prime pagine di quotidiani regionali e nazionali di prestigio e che le nostre bellezze paesaggistiche e monumentali, la qualità del nostro pescato e i prodotti della nostra terra hanno fatto il giro di tutta Italia grazie ad Alice tv”. Al termine sono state consegnate  pergamene e foto ricordo per tutti i protagonisti che si sono messi in gioco, e spesi in toto, per l’ottima riuscita delle due iniziative. Twitter: @gaetanopicc

Print Friendly, PDF & Email