Fondo Pensioni ex Sicilcassa… interviene il clero?

gianni di gennaro

Sicilia – 09/10/2014 –  Da qualche giorno ci stiamo occupando, e non siamo solo noi, delle vicende che riguardano le votazioni per il rinnovo del CDA del Fondo Pensioni ex Sicilcassa. L’argomento è saltato alla ribalta della cronaca nazionale, quando, l’unica candidata donna, inserita nella lista della F.A.B.I. il Sindacato di categoria più rappresentativo, è stata esclusa ingiustamente, in quanto, nonostante gli impegni assunti verbalmente nei confronti del rappresentate dell’Organizzazione, all’interno della commissione elettorale, la candidata è stata esclusa lo stesso, pur avendo ampiamente dimostrato di essere in possesso dei requisiti richiesti.

Questa esclusione, e quella della lista pensionati, una Associazione storica che esiste da oltre 40 anni, ha scatenato l’ira di Carmelo Raffa, leader della F.A.B.I. in Sicilia, che ha “tuonato” più volte ed ha ipotizzato conseguenze drastiche. A tal proposito, il Segretario Generale della F.A.B.I. Lando Maria Sileoni, ha incaricato la Covip, organo di vigilanza dei Fondi, di fare chiarezza sull’argomento e accertare se l’esclusione della candidata è stata decisa, nonostante questa fosse in possesso dei requisiti richiesti.

E nel frattempo, tra una disputa e l’altra, tra un’assemblea e l’altra, la competizione elettorale non conosce tregua. I candidati, sia quelli in carica che si ricandidano, sia quelli che “corrono” per la prima volta per raggiungere il “palazzo” del Fondo, stanno combattendo una battaglia senza esclusione di colpi. Ma due in particolare, nonostante al giorno d’oggi, tutto è concesso, sono riusciti a stupirci. Hanno spedito infatti, a dire dei bene informati oltre mille lettere, facendole partire da una Parrocchia della provincia di Messina. (Pubblichiamo la foto di una busta, escludendo i 2 mittenti e il destinatario, per la privacy)

Sono in tanti, molti iscritti alla F.A.B.I. quelli che ci hanno chiesto, tra il serio e il faceto, se il Parroco, “intercedendo in nome e per conto dell’Altissimo”, è impegnato in questa campagna elettorale che è già infuocata di suo.

Abbiamo tentato di sentire il parroco ma invano, il telefono ha squillato a vuoto e nessuno ha risposto.

A questo punto, la sfida appare impari, una sfida tra terra e Cielo, il cui risultato è “scontato”.

Print Friendly, PDF & Email