Giorgio La Pira: il sindaco della pace

Salvatore Stornello, Acate (Rg). Giorgio La Pira fu uno tra i personaggi più illustri e meno compresi del 900 italiano. Siciliano d’origine,  divenne sindaco di Firenze, dove rimase per due mandati, dal 1951 al 1958, e dal 1961 al 1965. Come scrive il filosofo Calcedonio Donato (2015): La Pira avvio’ un quindicennio di storia da lui stesso definito primavera perché,  in piena guerra fredda, sostituì alla lotta di classe, fondata sulla forza della ragione e giustificata dalle leggi del profitto e minacciate catastrofi militari,  la cooperazione tra classi e alla erezione di muri atti a dividere, la edificazione do ponti atti a connettere. Giorgio La Pira nacque a Pozzallo, in provincia di Ragusa, il 9 gennaio 1904. Primogenito di sei figli, si trasferi a Messina, ancora  sconvolta dal terremoto del 1908,  per continuare gli studi presso l’istituto tecnico Jaci, dove conobbe  Salvatore Quasimodo e Totò Pugliatti. I tre ragazzi già da allora dimostravano elevate capacità artistiche ed intellettuali. Ruolo importante nella vita di La Pira lo ebbe il cardinale  Mariano Rampolla, fratello di Federico Rampolla, docente di italiano di La Pira, Quasimodo e Pugliatti. Nel 1951 Giorgio La Pira divenne sindaco e  cominciò a tracciare, in un mondo  dominato dalle ideologie di potere e dalla guerra fredda, il sentiero della pace entro il quale si riedificava la citta in aderenza agli inalienabili principi naturali e positivi (Donato, 2015, p,200).

In conclusione, come afferma il professore Calcedonio Donato (2015): La Pira ridefini Firenze città dell’uomo, è comunicò questo percorso in un convegno tenutosi sempre a Firenze il 4 ottobre 1955, alla presenza di tutti i sindaci delle capitali del mondo. Giorgio La Pira formalizzo’ a Firenze,  in piena guerra fredda, questo esempio di città,  per abbattere i muri dell’odio e costruire ponti d’amore e di speranza.

Giorgio La Pira Morì a Firenze il 5 novembre 1977.

Bibliografia

Donato C. (2015). Montughi e la primavera di Firenze. Firenze 2015

Print Friendly, PDF & Email