Giornata di studio sulla Battaglia di Gela organizzata dall’Associazione “Lamba Doria”

Salvatore Cultraro

Gela (Cl), 31 ottobre 2014 – Grazie all’interessamento dell’Associazione “Lamba Doria”, lo scorso 28 ottobre si è tenuta la prima Giornata di studio sulla “Battaglia di Gela”, del 10 ed 11 luglio 1943. “L’iniziativa- tiene ad evidenziare il Tenente Colonnello dell’Esercito, Giovanni Iacono, referente dell’associazione per la provincia di Ragusa- ha visto per la prima volta una sinergia di sforzi tra l’Associazione Lamba Doria, il Comando del 62° Reggimento fanteria “Sicilia” di Catania ed il Comando della Brigata Aosta di Messina, al fine di permettere ai Comandanti, agli Ufficiali, Sottufficiali e Volontari delle citate unità di studiare sul campo una delle più sanguinose battaglie combattute sul suolo siciliano”. All’evento ha preso parte anche la Sezione Bersaglieri di Niscemi, che ha sempre partecipato attivamente alle varie iniziative organizzate dall’associazione, a ricordo dei Bersaglieri che combatterono e morirono in quelle tragiche giornate nella piana di Gela. “Le attività- si legge ancora nel comunicato stampa dell’associazione Lamba Doria- sono iniziate presso il monte Castelluccio, nella piana di Gela, dove sono state ripercorse le gesta eroiche del battaglione della Divisione Livorno al comando del Ten. Col. Ugo Leonardi e del glorioso Gruppo Mobile “E”, per poi proseguire, successivamente, nella zona di Monte dell’Apa e Monte Zai, lungo la rotabile della strada che collega Butera a Gela, dove sono state descritte le azioni della colonna della Divisione Livorno al Comando del Col. Mona (medaglia d’oro al valor militare alla memoria). Infine la giornata si è chiusa presso il ponte sul fiume Dirillo, che fu teatro di cruenti scontri tra la Divisione tedesca H. Goering e le truppe americane e dove i soldati dell’Aosta hanno potuto ascoltare la testimonianza del signor Ventura, che dopo aver raccontato alcuni aneddoti sui combattimenti avvenuti sul posto, li ha accompagnati nella visita ai bunker ancora esistenti”. Una giornata di studio, indubbiamente, molto intensa ed interessante, in modo particolare per i militari del 62° Reggimento e del Comando Brigata Aosta, i quali hanno mostrato vivo interesse sull’argomento, scoprendo fatti e verità finora noti solo a pochi. Vivi ringraziamenti sono stati espressi, infine, dal Tenente Colonnello Iacono, a nome dell’associazione Lamba Doria, nei confronti, “del Comandante della Brigata Aosta, Generale Marco Tuzzolino, del Comandante del 62° Reggimento Fanteria “Sicilia”, Colonnello Giovanni Giagheddu, del personale della sezione CIMIC della Brigata Aosta, del Ten. Col. Sciarrone e del Cap. Fanara, per aver offerto la possibilità di far conoscere una pagina di storia locale e nazionale ai nostri soldati, certi che anche per loro sia stato un momento di crescita culturale e professionale”.

Si ringrazia Salvatore Reale per le fotografie, referente cittadino dell’associazione Lamba Doria

[Best_Wordpress_Gallery id=”12″ gal_title=”00021 – GIORNO STUDIO LAMBA DORIA”]

Print Friendly, PDF & Email