Giornata Mondiale del Diabete. Numerosi acatesi scelgono la prevenzione

Salvatore Cultraro

Acate (Rg), 17 novembre 2014- Secondo i dati pubblicati dalla Federazione Internazionale del diabete, si rivelerebbe un aumento enorme del numero complessivo dei diabetici, il quale sarebbe passato dai 30 milioni nel 1985 ai quasi 300 milioni di oggi.
Oltre la metà dei pazienti affetti da diabete avrebbe, inoltre, un’età compresa tra i 20 e i 60 anni e la maggior parte di essi apparterrebbe a paesi con reddito medio-basso. Dati indubbiamente allarmanti che non lasciano sperare nulla di positivo per l’immediato futuro. Le previsioni, infatti, indicano uno spaventoso aumento che, se non si arresta questo tasso di crescita, nel 2030 potrebbe portare a circa 435 milioni il numero delle persone affette da questa patologia ritenuta ormai da tempo, una malattia sociale. Il diabete, quindi, inteso ormai come una minaccia globale che colpisce circa il 7% della popolazione mondiale. Pertanto al fine di promuovere la prevenzione primaria e la diagnosi precoce, ogni anno viene organizzata, la “Giornata Mondiale del Diabete” per sensibilizzare maggiormente i cittadini su questa insidiosa patologia. Anche ad Acate, come ormai avviene da anni, è stato allestito nella mattinata di domenica 16 novembre, presso l’androne del Palazzo Municipale, un presidio sanitario dove, grazie all’assistenza di una equipe composta dalla dottoressa Maria Rosa Migliore, medico di base di Vittoria, dall’infermiere professionale di Comiso Filippo Vitale e dalla psicologa Laura Bernardo, circa cinquanta acatesi hanno avuto la possibilità di effettuare un test gratuito sul proprio tasso di glicemia nel sangue ricevendo, nel contempo, utili consigli su un corretto stile di vita finalizzato a prevenire il rischio di diabete di tipo 2.

Print Friendly, PDF & Email