Giovane diciassettenne “armato” di una cartaa di credito – coltello bloccato dalla polizia di Comiso.

Comiso (RG) 25/07/2015
Quella che sembrava una normalissima carta di credito messa fra le altre nel portafogli, era, in realtà, un pericoloso ed affilato coltello. A scoprirlo, durante i normali controlli all’aeroporto, personale della Polizia di Stato operante in ambito aeroportuale e della Security della Soaco. Tutto è accaduto in occasione, ieri, del volo Ryanair in partenza per Fiumicino. I portali dei metal detector hanno segnalato la presenza di oggetti di metallo indosso ad un ragazzo di appena 17 anni. La guardia giurata in servizio ha quindi effettuato le normali attività di controllo della persona e delle cose indossate dal ragazzo. Poiché, però, non emergeva nulla, ma il metal detector continuava a suonare, la guardia giurata ha ritenuto opportuno, come da prassi, effettuare controlli più approfonditi sugli oggetti portati addosso dal giovane passeggero. Fra questi anche il portafogli. Proprio durante quest’ultimo controllo, tra le normali carte di credito è stata trovata la carta/coltello. Si tratta a tutti gli effetti di un’arma impropria il cui porto è assolutamente vietato a bordo di un aeromobile. Il giovane, un ragazzo italiano, veniva condotto negli uffici di Polizia per un più accurato controllo e, poiché non risultava avere precedenti contatti o controlli con pregiudicati di nessun genere,è stato fatto partire regolarmente. Il coltello è stato ovviamente posto sotto sequestro e la posizione del ragazzo è comunque al vaglio degli investigatori.
Il dirigente del commissariato di Comiso, Emanuele Giunta, sta attenzionando il caso, per capire che intenzione avesse il diciassettenne.

Print Friendly, PDF & Email