Il giovane prof. Mandarà, orgoglio ibleo

Artista geniale ed eccentrico. Creativo a tutto tondo. Un ragazzo umile che, in silenzio, ha voluto lanciare una sfida a se stesso. Un professionista che in anni di gavetta ha trovato la “giusta” dimensione. Da Santa Croce Camerina a Livorno. Tutto d’un fiato. Anzi a “suon” di tromba.

Il santacrocese, Paolo Mandarà, 27 anni, da 4 anni insegna al Liceo Musicale di Livorno e all’Istituto Musicale “Rodolfo del Corona” sempre nella città toscana.

“Vive all’interno del conservatorio – racconta il padre, Salvatore Mandarà – in un monolocale che la scuola gli ha voluto dare. E’ una soddisfazione immensa come genitore e come cittadino di una piccola comunità del sud italia. Un esempio per tanti ragazzi. L’impegno, la costanza, e la fatica, alla fine pagano”.

Il “professore” Mandarà sabato sera si è esibito sul palcoscenico, nell’opera la “Boheme”, in scena al teatro Goldoni a Livorno. Scene liriche in quattro quadri su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa, dal romanzo Scènes de la vie de bohème di Henri Murger, musica di Giacomo Puccini. Direttrice d’orchestra: Gianna Fratta.

La produzione si estende anche in altri due Teatri: Fondazione Teatro Verdi di Pisa giorno 16 e 17 febbraio e Fondazione Teatro del Giglio di Lucca 16 e 17 marzo per un totale di 6 recite, in ben 3 prestigiosi Teatri della Toscana. Tanti auguri Prof. La tua tromba, siamo certi, ti porterà ancora più lontano.

 

Marcello Digrandi

 

 

Print Friendly, PDF & Email