Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha firmato le dimissioni

ROMA – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha oggi sottoscritto l’atto di dimissioni dalla carica di Capo dello Stato, alla quale è stato eletto per la seconda volta il 20 aprile 2013 dal Parlamento in seduta comune, alla presenza del Segretario generale del Quirinale, che ha provveduto a darne comunicazione ufficiale ai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati e al Presidente del Consiglio dei Ministri per gli adempimenti di rispettiva competenza.
Il Presidente della Repubblica si è quindi recato nel Cortile d’onore dove ha ricevuto gli onori militari da un reparto di formazione interforze e gli è stato consegnato copia dello Stendardo presidenziale dal Comandante del Reggimento Corazzieri alla presenza del Consigliere militare.
Successivamente il Presidente e la signora Napolitano, dopo aver preso congedo dal Segretario generale della Presidenza della Repubblica, dai Consiglieri e dai più stretti collaboratori, hanno lasciato in auto il Palazzo del Quirinale.
Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha ringraziato il Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano, per il suo “storico mandato” e per i suoi rilevanti contributi offerti “a vantaggio non solo della sua Nazione, ma anche dell’Europa e della comunità transatlantica“.
Il Presidente Obama – si legge nella nota diffusa dalla Presidenza degli Stati Uniti a Washington – ha reso omaggio alla lunga e costante devozione del Presidente Napolitano a favore della causa dell’Unione Europea e della stretta cooperazione fra Stati Uniti e UE. I due leader hanno anche affrontato il tema della situazione economica in Europa e hanno convenuto sulla necessità di combinare riforme strutturali con misure a sostegno della crescita europea“.

Print Friendly, PDF & Email