Infiorata di Noto, grande successo per la XXXVII edizione

Valorizzare e promuovere il territorio. Obiettivo raggiunto per la città di Noto che è riuscita nell’ intento di dar vita ad un evento in grado di richiamare un sempre maggior numero di visitatori.

Era il 1980 quando, per la prima volta, fu realizzata a Noto l’Infiorata. In questi trentasei anni la città ha creduto fortemente in questa manifestazione e a ragion veduta.

L’operato dei Maestri Infioratori, a cui poi si sono aggiunti eventi collaterali di ampio respiro, ha fatto sì che Noto, città patrimonio dell’ Unesco, raggiungesse la meritata visibilità oltre i confini Nazionali.

Passeggiando, oggi, per le vie della città, la Noto in cui ci si imbatte è una Noto preparata ad accogliere. Il successo della manifestazione lo si deve proprio ai cittadini, ognuno per le proprie competenze. Dagli amministratori, ai maestri Infioratori, agli operatori commerciali, tutti pronti ad accogliere il visitatore ed accompagnarlo nella conoscenza di questo piccolo centro, a sud della Sicilia, ricco di fascino e suggestione.

Claim dell’Edizione 2016 “l’Infiorata, ospita il mondo”, l’edizione 2016 ha ospitato, infatti, il Congresso Internazionale delle Arti Effimere. Circa 30 delegazioni provenienti dall’Italia e dal mondo, oltre a partecipare ai lavori del Congresso, importante momento di confronto per lo sviluppo delle Arti Effimere, sono state protagoniste nella realizzazione di tappeti colorati.

Novità di quest’anno, la presenza di più siti d’interesse. Non solo via Nicolaci, ma l’intero centro storico è stato caratterizzato da istallazioni realizzate con le più svariate tecniche.

studio ruggieriGrande successo ha ottenuto l’Allestimento di Via Fratelli Bandiera ad opera dello Studio Fotografico Ruggieri: “Non possiamo che essere soddisfatti del risultato – affermano gli organizzatori. Abbiamo fortemente creduto in questo progetto e oggi vederlo realizzato è un sogno che si avvera. A monte di questo lavoro c’è stato uno studio vero e proprio, dalla ricerca e selezione dei fiori all’adattamento delle immagini. Sono stati mesi intensi di lavoro ma ne è valsa la pena. Un grazie a Giusy Tranchina, responsabile della tipografia che hai poi materialmente realizzato il nostro lavoro creativo e all’Amministrazione Comunale per aver sostenuto progetto”.

Ed è indubbio il talento dei Maestri Infioratori di Noto che dal 2005 si sono costituiti in Associazione e ogni anno collaborano con l’Amministrazione Comunale per la buona riuscita della manifestazione. Ma non solo, da ben 11 anni l’Associazione Maestri Infioratori di Noto promuove il progetto “Scuoleinfiore – Infiorata dei ragazzi”.

Associazione infiroratori di Noto“Si tratta di un progetto rivolto ai giovani di Noto e agli alunni delle scuole degli Istituti Comprensivi e Superiori – spiega Giancarlo Pricone, vice presidente dell’Associazione – con l’intento di trasmettere loro la passione e l’arte delle decorazioni floreali affinché questa manifestazione possa essere tramandata nel tempo. Ogni anno insegniamo loro le varie tecniche e cerchiamo sempre di stimolarli con aspetti innovativi. L’Infiorata di Noto oggi rappresenta un momento di forte richiamo e sviluppo per questa città ed è compito nostro fare in modo che questa bellissima tradizione possa continuare nel tempo ”.

Print Friendly, PDF & Email