INNER WHEEL ,visita ufficiale della Governatrice Nadia Arena Micalizio al Club Ragusa – Contea di Modica

Sabato 28 gennaio nella elegante cornice del Palace Hotel di Modica la Presidente del Club Anita Monaco Portelli, assistita dalla Segretaria Beatrice Boncoraglio Antoci, ha accolto la Governatrice Nadia Arena Micalizio per l’occasione accompagnata dalla Segretaria Distrettuale Patrizia Fangano. Presente il Sindaco della città di Modica Ignazio Abbate.

Nella sala riunioni si è svolta la cerimonia di saluto alla Governatrice che quale massima autorità del Distretto ha incontrato e voluto conoscere tutte le socie per rendersi conto di persona dello stato delle attività del Club e della loro congruità con le finalità della Inner Wheel.

La serata è continuata con un emozionante concerto del Maestro Sergio Carrubba, che ha presentato brani musicali del suo repertorio; Il soprano Takako Yoshida e il tenore Giuseppe Baglieri hanno interpretato sia brani del repertorio operistico che brani del maestro Sergio Carrubba tratti dall’opera il Gattopardo.

In occasione della visita delle Governatrice si è festeggiato l’ingresso di cinque nuove socie: Edda Calvo e Maria Calvo di Ispica, Antonella Gelasio ed Elvira Mazza di Modica e Teresa Occhipinti di Ragusa.
Confermati per l’anno sociale 2017 due soci onorari: Giovanni Cultrera e Sergio Carrubba e nominati due nuovi soci onorari nelle persone di Ignazio Abbate e Nino Scivoletto. Ha concluso la visita ufficiale della Governatrice la conviviale nel ristorante “Quasimodo” del Palace Hotel.

Nella giornata di domenica la Governatrice ha visitato i monumenti più importanti della città, in particolare il Duomo di San Giorgio dove ha potuto prendere visione della tela di Costantino Carasi, pittore netino del ‘700, il cui restauro sarà finanziato dal Club Inner Wheel unitamente al Rotary di Modica.

Successivamente visita al Museo del Cioccolato di Modica, per conoscere la storia del prodotto simbolo della città, all’Eracle di Modica e all’Archivio Quasimodo.

Lasciato il Palacultura la delegazione ha visitato il “Dammusu ro ciucculattaru” per un viaggio esperenziale nella tecnica settecentesca di produzione del cioccolato e per una immersione sensoriale tra fave di cacao, cannella, zucchero e vaniglia.

Print Friendly, PDF & Email