Istruzione, Actionaid: è a scuola che costruiamo cittadini consapevoli di domani, l’Italia del futuro

In occasione della ripresa dell’anno scolastico, ActionAid lancia “L’Italia del Futuro”, che mira a contrastare la scarsa e inadeguata offerta di servizi formativi e occasioni educative, in diverse città d’Italia attraverso interventi specifici.
A partire dai bambini de L’Aquila, che per il sesto anno torneranno tra i banchi nei container. L’attrice Stefania Rocca, testimonial di ActionAid, ha “adottato” la scuola G.Rodari de l’Aquila e ha incontrato gli alunni e gli insegnanti per dare il via a una serie di laboratori sul linguaggio cinematografico, teatrale e letterario ai fini educativi. Enrico Bertolino è al fianco dei bambini di Reggio Calabria, Massimiliano Rosolino a quelli di Napoli.

In una Italia ultima in Europa per indice di abbandono scolastico, con il 17,6% degli alunni che lascia i banchi prematuramente, toccando punte del 25% nel Mezzogiorno a fronte di un obiettivo del 10% fissato dalla strategia Europa 2020, è necessario restituire alla scuola il fondamentale ruolo formativo dei cittadini di domani. Per questo ActionAid ha deciso di scendere in campo per supportare le realtà scolastiche attraverso interventi mirati a livello territoriale e il coinvolgimento delle famiglie e della cittadinanza. Per contrastare la scarsa e inadeguata offerta di servizi educativi, ActionAid sostiene i costi di mensa e di trasporto, propone laboratori e attività di educazione civica e alla legalità, rispetto dell’ambiente, alfabetizzazione finanziaria dei nuclei familiari, promozione di regimi alimentari sani e sostenibili, lotta agli sprechi, mediazione linguistica e integrazione.

“A pochi giorni dal suono della prima campanella, tutti parlano di scuola, mentre ActionAid ha deciso di agire, sostenendo alcuni istituti scolastici a l’Aquila, a Reggio Calabria e a Napoli in quartieri problematici: perché crediamo che  la scuola non sia solo un edificio, ma un luogo di cittadinanza attiva e di partecipazione” – spiega Marco De Ponte, Segretario Generale di ActionAid  – “Una scuola che lavora bene è quella in cui i bambini, oltre alla didattica, hanno l’opportunità di diventare parte attiva nella costruzione del proprio futuro, alimentando costantemente una coscienza critica così come la propria responsabilità civica. Solo in questo modo potranno farsi promotori di richieste specifiche e proposte mirate alle Istituzioni, sulla base di una consapevolezza del proprio ruolo attiva nella società.”

ActionAid ha scelto di fare la sua parte anche e soprattutto nel capoluogo abruzzese dove, a cinque anni di distanza dal terremoto, sono 6.000 i minori che all’avvio dell’anno scolastico non avranno ancora una scuola e frequenteranno le lezioni in un MUSP (Modulo ad uso scolastico provvisorio) con seri problemi di riscaldamento e di infiltrazioni. Molti di loro non sanno neanche cosa sia una vera scuola in muratura, perché dall’inizio della loro età scolare hanno frequentato le lezioni solo nei container. L’Organizzazione segue proprio alcuni di questi bambini, presente presso l’Istituto Comprensivo Gianni Rodari, che conta 318 alunni di scuola dell’infanzia, 548 di scuola primaria e 108 di scuola secondaria di primo grado. Al fine di promuovere “L’Italia del futuro”, l’attrice e testimonial di ActionAid Stefania Rocca ha visitato L’Aquila sabato 6 settembre e insieme ai bambini di una classe quinta ha tenuto il primo di una serie di laboratori sul linguaggio cinematografico, teatrale e letterario, che si svolgeranno nel corso dell’anno scolastico 2014/2015 e che prevedranno diverse visite dell’attrice italiana alla scuola aquilana. L’obiettivo è quello di mettere a disposizione dei bambini il linguaggio video e teatrale per raccontare e raccontarsi, condividendo esperienze, emozioni, idee.

All’Aquila, sono molti i ragazzi a rischio povertà o di esclusione sociale, le cui famiglie non riescono a coprire contributi per attività quali sport, musica, teatro o costi come gite, trasporto e mensa. Il servizio di ristorazione scolastica del comune de l’Aquila, infatti, prevede l’esenzione del pagamento solo a chi dimostra reddito ISEE inferiore a 6000€, laddove il costo della mensa all’anno è di 411,60€ a bambino. ActionAid coprirà nell’Istituto Comprensivo G.Rodari il 50% dei costi di mensa per 10 famiglie, i costi di trasporto per altre 10 famiglie, oltre a fornire ad altri 10 nuclei percorsi di alfabetizzazione finanziaria per comprendere e analizzare la modulistica scolastica, comunale e del settore pubblico in generale. Inoltre, ActionAid ha attivato un monitoraggio degli sprechi nelle mense scolastiche de l’Aquila, anche tramite una Commissione Mensa dei Ragazzi per la quale ha coinvolto, insieme agli insegnanti e agli attivisti dell’associazione, 2 bambini rappresentanti per ogni plesso. L’attenzione alle abitudini alimentari dei più piccoli è garantita anche da un’assidua promozione di regimi nutritivi sani e sostenibili, del consumo di prodotti locali, la conoscenza del territorio con visite a fattorie.

Anche sul piano istituzionale, ActionAid da tempo lavora per i bambini de l’Aquila, sollecitando un’azione immediata del Governo ai fini della ricostruzione delle strutture scolastiche danneggiate dal sisma. Attraverso l’appello #matteofaiscuola, l’Organizzazione si è resa promotrice di una ferma richiesta all’esecutivo Renzi per un piano strategico che legittimi l’utilizzo dei 37 milioni di euro stanziati, ma dormienti, per la ricostruzione delle scuole aquilane, dando avvio ai bandi di gara, alla scrittura dei capitolati e all’affidamento dei lavori.

Oltre all’Aquila, anche Reggio Calabria e Napoli, sono città in cui ActionAid darà vita, nell’anno scolastico 2014/2015, a importanti attività volte a rendere la scuola un luogo stimolante e partecipativo, e a supplire a una serie di servizi e offerte formative altrimenti inesistenti. Nell’anno scolastico 2014/2015, le attività inizieranno anche a Napoli.  Con il progetto L’Italia del futuro chiede a tutti gli italiani di farsi parte attiva e promotori del cambiamento. È infatti possibile sostenere gli interventi di ActionAid nelle scuole dove opera con una donazione di 65 centesimi al giorno, e avere la possibilità di seguire i progetti e mettersi in contatto con la scuola e i bambini cui sono rivolti gli interventi. Testimonial dell’iniziativa, oltre a Stefania Rocca, Enrico Bertolino e Massimiliano Rosolino che hanno scelto di aderire alla campagna l’Italia del Futuro e di sostenere rispettivamente le scuole di Reggio Calabria e Napoli.

[Best_Wordpress_Gallery gallery_type=”image_browser” theme_id=”1″ gallery_id=”10″ sort_by=”order” order_by=”asc” show_search_box=”0″ search_box_width=”180″ image_browser_width=”800″ image_browser_title_enable=”1″ image_browser_description_enable=”1″ gallery_name=”00010 – Istruzione, Actionaid: è a scuola che costruiamo cittadini consapevoli di domani, l’Italia del futuro” thumb_click_action=”undefined” thumb_link_target=”undefined” popup_fullscreen=”0″ popup_autoplay=”0″ popup_width=”800″ popup_height=”500″ popup_effect=”fade” popup_interval=”5″ popup_enable_filmstrip=”1″ popup_filmstrip_height=”70″ popup_enable_ctrl_btn=”1″ popup_enable_fullscreen=”1″ popup_enable_info=”1″ popup_info_always_show=”0″ popup_enable_rate=”0″ popup_enable_comment=”1″ popup_hit_counter=”0″ popup_enable_facebook=”1″ popup_enable_twitter=”1″ popup_enable_google=”1″ popup_enable_pinterest=”0″ popup_enable_tumblr=”0″ watermark_type=”none” watermark_link=”http://web-dorado.com”]

Print Friendly, PDF & Email