L’ASP di Ragusa chiarisce la vicenda della stanza sigillata all’ospedale di Modica

Ragusa, 30 novembre 2017 – Sulla notizia pubblicata su un quotidiano on line nella quale si porta alla ribalta un fatto che riguarda una stanza del P.O. “Maggiore”  di Modica,  la Direzione interviene per chiarire che si tratta di un locale che è stato sottoposto a sequestro giudiziario a seguito di un incendio, all’epoca immediatamente domato. Nella circostanza, dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco, la stanza venne sigillata, su disposizione del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, per appurare le cause che avevano scatenato l’incendio, non permettendo l’accesso a nessuno. La finestra rimase aperta per permettere la fuoriuscita del cattivo odore causato dall’incendio.

Questa mattina, la direzione sanitaria e la direzione  amministrativa del P.O., dr. Piero Bonomo e l’ing. Lorenzo Aprile si sono attivati  presso la procura di Ragusa per richiedere il dissequestro del locale e avviare la disinfestazione e l’allottamento dei colombi.

Ospedale Modica Magggore
Print Friendly, PDF & Email