Le pizze iblee protagoniste al Campionato mondiale della pizza

Uno spot per il territorio ragusano. Con prodotti rigorosamente a km 0. La mozzarella di bufala ragusana, il pomodoro Igp di Pachino, la stracciatella dell’azienda Bubalus, gli asparagi selvatici. Poi ancora gli “straccetti” di coniglio selvatico.

Le pizze iblee, al campionato mondiale della pizza, al Palacassa di Parma, diventano un veicolo di promozione. Una gara entusiasmante con oltre 775 concorrenti, provenienti da 42 nazioni, per un totale di 1113 competizioni in tre giorni di gare di gusto e di abilità.

La squadra ragusana ai campionati mondiali di pizza, al Palacassa di Parma, si è cimentata nella preparazione della “classica” pizza tonda e la pizza in pala. Due pizze per ogni singolo concorrente.

I pizzaioli ragusani (Salvatore Articolo, Giovanni Tidona, Massimiliano Cannizzo, Giuseppe Amarù, Michele Pisana, hanno sfidato, nelle postazioni di cottura della manifestazione, pizzaioli americani, spagnoli, orientali, russi, tedeschi, francesi, mediorientali e soprattutto italiani per celebrare con il loro impegno e la loro simpatia il piatto italiano più apprezzato al mondo. Giovedì il “verdetto” dei giudici. Venerdì mattina il rientro in città.

 Marcello Digrandi

Print Friendly, PDF & Email