Luoghi di Montalbano, Claudia Moretti dedica una poesia a Punta Secca

“Dei luoghi, della sua animata gente. Di questo spettacolo oggi io canto,
portando “A Sicca” un po’ più al nord,
insieme a me per sempre…”

Parole che sgorgano dal cuore, emozioni che prendono forma, l’essenza di un luogo, un magico luogo, trova finalmente spazio nell’immaginario collettivo.

Raccontare un luogo non è cosa semplice, ci sono emozioni e sensazioni che solo se vissute in prima persona possono essere davvero comprese, eppure a volte le parole e le immagini sono in grado di fornire un contributo importante.

Come quello di Claudia Moretti, artista vicentina e vincitrice Premio Selezione 2005 Poeti Italiani Contemporanei sul quotidiano “La Repubblica”, che ha dedicato una poesia, intitolata “Incontri”, al piccolo borgo marinaro, Punta Secca, divenuto celebre grazie alla nota fiction “Il Commissario Montalbano”.

L’artista che trascorre le vacanze estive a Punta Secca è riuscita nell’intento di trasformare le emozioni in parole. Non solo la bellezza inebriante del posto nei suoi versi ma soprattutto la capacità di cogliere attimi di vita che rendono questo piccolo angolo, dell’estremo sud della sicilia, un luogo da vivere e assaporare, non solo da visitare.

Nei suo versi Claudia riesce a cogliere la semplicità dei luoghi, l’ospitalità della gente, la passione per il mare, i ritmi pacati della vita quotidiana. Non un correre frenetico ma un insieme di attimi vissuti e assaporati intensamente.

A Punta Secca il tempo trova il suo giusto spazio. È una dimensione spazio – temporale ben distante da quella delle grandi città. Qui è d’obbligo fermarsi! Sì, fermarsi e lasciarsi cullare dalle splendide acque del mediterraneo, lasciarsi affascinare dall’imponente faro e dall’antica torre, custodi eterne di “antichi vissuti”.

La poesia, apparsa sul noto social facebook ha trovato il caloroso apprezzamento anche della comunità del posto: “A Sicca – scrive Silvio – come la chiamiamo noi, riesce ad essere virale, ma soltanto pochi eletti, riescono a percepire la sua magia. Cara Claudia, tu sei tra questi eletti, con il tuo bellissimo canto hai espresso i tuoi sentimenti che hai portato e porterai sempre dentro di te”.

Quei versi – aggiunge Giovanni – hanno suscitato in me, che sono un “patito” di Punta Secca, delle emozioni che vivo e sento sempre nell’ammirare quotidianamente questo spettacolo della natura. Vederle riprodotte in versi, mi ha fatto apprezzare ancora di più lo stato di privilegio che godo nell’aver scelto di vivere in questo luogo meraviglioso”.

Tu sarai sempre nel nostro cuore”– scrive invece Domenico a dimostrazione del forte legame che l’artista ha stretto con questa terra e soprattutto con la gente del posto.

Francesco Dipasquale, fotografo santacrocese che recentemente ha pubblicato una ”Raccolta di foto antiche di punta secca dalla fine del 1800 fino agli anni ’60 del 1900”, ha voluto inoltre omaggiare l’artista affiancando alle sue parole una composizione d’immagini significative di Punta Secca.

Un connubio perfetto tra arti ma anche la chiara espressione della medesima percezione che unisce gli abitanti del luogo e coloro che hanno avuto la possibilità di lasciarsi incantare da questa meravigliosa terra.

Di seguito la poesia Incontri – dedicata a Punta Secca – di Claudia Moretti. Sullo sfondo gli scatti di Francesco Dipasquale.

Claudia Moretti

Print Friendly, PDF & Email