Marina di Ragusa, torna a sventolare la bandiera blu

A Marina di Ragusa torna a sventolare, per la stagione estiva 2016, la Bandiera Blu. Il sindaco Federico Piccitto, accompagnato dal presidente del Consiglio Comunale, Antonio Tringali e dall’assessore comunale all’ambiente, Antonio Zanotto, si è recato a Roma, nella sala convegni del Consiglio Nazionale per le Ricerche, per presenziare alla cerimonia ufficiale di consegna a tutti i comuni italiani aventi diritto, dell’ambito riconoscimento conferito dalla Fee (Foundation for Enviromental Education).

“Lo scorso anno – afferma il sindaco Federico Piccitto – avevo sottolineato che il mancato riconoscimento, oltre che fonte di stupore e delusione, era soprattutto incomprensibile, perché penalizzante nei confronti di una realtà virtuosa come Marina di Ragusa, che meritava, sicuramente, un riconoscimento prestigioso come la Bandiera Blu. La “riconquista” di oggi, dimostra come l’esclusione dello scorso anno fosse un fatto casuale ed episodico, e quanto prive di fondamento fossero le tante presunte motivazioni circolate lo scorso anno”.

Ed aggiunge: “Alla luce delle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi, che paventavano una nuova perdita della Bandiera Blu per Marina di Ragusa, voglio solo precisare che l’invito per la cerimonia di consegna era arrivato da diversi giorni, ma, dopo un’interlocuzione con Fee Italia, e per motivi legati all’ufficialità dell’evento, ho evitato di rilasciare dichiarazioni ufficiali. Mi dispiace che questo possa aver creato qualche incomprensione o abbia alimentato indiscrezioni e dichiarazioni varie ed incontrollate, ma, per ovvie ragioni, non potevo fare altrimenti”.

Per il presidente del Consiglio Comunale, Antonio Tringali si tratta di  “un premio meritato per le nostre spiagge ed il nostro mare, la cui tutela e piena fruibilità, da parte dei turisti e dei visitatori che ogni anno scelgono il nostro territorio, è uno dei principi cardine che guida l’attività di tutto il Consiglio Comunale”.

Soddisfatto anche l’assessore comunale all’ ambiente, Antonio Zanotto: “Si tratta – spiega – dell’ulteriore, ennesima dimostrazione dell’unicità del nostro territorio dal punto di vista della tutela ambientale e della salvaguardia del patrimonio naturale che abbiamo a disposizione”.

Print Friendly, PDF & Email