“Messaggi mafiosi che rispedisco al mittente”.

Vittoria. 29/09/2018
Indignazione del Prefetto Filippo Dispenza, uno dei tre Commissari del Comune di Vittoria, per quelli che definisce messaggi mafiosi da rispedire al mittente. Una verifica effettuata dai tecnici degli uffici comunali, ha evidenziato una manomissione sulle saracinesche della rete idrica e delle aste che consentono le manovre di apertura e chiusura dell’acqua, nonchè il furto di oltre il 50% di queste ultime.
“Un atto ostile nei confronti della città” ha dichiarato Dispenza “si tratta di un gesto criminale odioso e irresponsabile, oltre che di criminalità mafiosa. Nei giorni scorsi, c’era chi chiedeva cosa stessero facendo i Commissari per garantire l’erogazione dell’acqua, oggi ci chiediamo cosa fanno i criminali che con i loro sabotaggi, contribuiscono a lasciare a secco la città. Abbiamo sporto denuncia e auspichiamo che presto, la polizia di Stato, possa fare luce su questi atti mafiosi che rispediamo al mittente”.
E nel corso di un’altra verifica, nel Parco Serra San Bartolo, è stato scoperto che un pregiudicato si era impossessato di un caseggiato all’interno del Parco e che nei paraggi erano stati costruiti alcuni recinti. Anche in questo caso si è proceduto con una denuncia nei confronti dell’uomo e della sua famiglia.

Print Friendly, PDF & Email