Modica. Assistenza economica alle famiglie bisognose. Si allarga la gamma degli interventi. Modificato il criterio di scelta sui benefici concessi dall’ente.

 

Redazione Due, Modica (Rg), 2 luglio 2015.- Si allarga la possibilità di intervento nel settore del servizi sociali a favore delle persone in difficoltà. La giunta comunale, su proposta dell’assessore Rita Floridia, ha modificato la direttiva n° 222 del 13 agosto del 2014 con la quale si approvarono i criteri per l’erogazione dei contributi economici ai cittadini bisognosi. La modifica operata consente l’accesso contemporaneo, nel corso dello stesso anno, oltre che all’assistenza economica ordinaria (lavorativa e/o straordinaria) anche ad una sola delle altre forme di assistenza economica: o il pagamento delle bollette Enel o i canoni di fitto scaduti. Gli interventi, secondo i criteri stabiliti, prevedevano un solo intervento secondo questa gamma:

  • contributo per chi ha subito uno sfratto; se da IACP (pari ad un anno di pigione) se da un privato, un contributo di mille euro;
  • pagamento bolletta Enel sino ad un importo di 250/300 euro, una volta sola in un anno, a beneficio di cittadini singoli o associati in imprese o società;
  • aiuti economici per famiglie bisognose dell’ordine di 250/300 euro una tantum, salvo casi estremamente eccezionali opportunamente documentati.

 

“Con la modifica che abbiamo apportato alla direttiva, commentano il sindaco Abbate e l’assessore Rita Floridia, diamo la possibilità alle famiglie bisognose di optare, oltre all’assistenza economica ordinaria, su due misure a scelta, secondo le emergenze del momento. Sulle locazioni con lo Iacp faremo il punto della situazione con il dirigente dell’istituto in ordine ai benefici che sono stati concessi ai locatari morosi dal comune. L’incontro è stato fissato per martedì 14 luglio p.v. alle ore 11.00 a palazzo San Domenico”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email