Natale Ibla 2017, il consuntivo del Ccn “Antica Ibla”

Bilancio positivo per le iniziative organizzate dal Centro commerciale naturale “Antica Ibla” nel periodo natalizio.

Dall’8 dicembre al 6 gennaio, il consorzio dei commercianti presenti nel quartiere barocco di Ragusa è riuscito a offrire un po’ di atmosfera natalizia. Oltre alla filodiffusione che ha allietato i visitatori per l’intero periodo con musiche natalizie, grandissimo successo ha riscosso la Via dei Presepi con migliaia di visitatori, comprese numerose scolaresche: ad esempio l’installazione nella Chiesa di Sant’Antonino ha avuto circa 4mila presenze. Apprezzata anche la formula delle “cene diffuse” proposta in via sperimentale e che non è escluso si possa replicare anche in altri periodi dell’anno. Sono state numerose le visite guidate a Palazzo Arezzo di Trifiletti; buona anche la partecipazione all’appuntamento con Babbo Natale che ha intrattenuto tanti bambini con favole e racconti; è riuscito anche il brindisi d’inizio anno in piazza Duomo, il 6 gennaio, a chiusura dell’intera manifestazione.

“Questi sono solo alcuni dei punti che hanno caratterizzato Natale Ibla 2017 e andiamo fieri dei risultati raggiunti”, dichiara il presidente del Ccn “Antica Ibla”, Daniele La Rosa.

“Abbiamo voluto scommettere sulla non semplice organizzazione di una manifestazione che ha coperto l’intero periodo delle festività – continua – perché crediamo nell’importanza di programmare e realizzare, anche con poche risorse. Servono impegno e fatica, è necessario saper pensare in prospettiva e conoscere i propri limiti. Per questo ringraziamo gli sponsor che hanno deciso di accompagnarci in questa sfida: Banca Agricola Popolare di Ragusa, il gruppo Despar di Ragusa e Formability. Insieme siamo riusciti a dar prova di cosa vuol dire fare ‘sistema’. Ci auguriamo che Natale Ibla 2017 possa essere preso ad esempio per immaginare cosa si potrebbe dare su una scala più ampia”.

“E’ stato fatto tanto e si può fare ancora di più – conclude La Rosa – inoltre abbiamo potuto appurare che il ruolo del nostro Centro commerciale naturale, così come fanno altri consorzi analoghi in tante città d’Italia, può essere di supporto alle politiche di sviluppo e promozione delle amministrazioni locali. Speriamo che questa consapevolezza diventi patrimonio anche dell’Amministrazione cittadina di Ragusa, di questa in carica o di chiunque verrà dopo, affinché si possano sfruttare pienamente le potenzialità del nostro territorio”.

Print Friendly, PDF & Email