Noto, anche Volalibro ha ricordato la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

In foto la scrittrice Carla Vistarini

Noto (Siracusa), 25 novembre 2014 – Anche Volalibro ha ricordato la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne che si celebra oggi. E lo ha fatto con la presentazione dell’ebook di Valentina Russo intitolato “Quanto ingannevole è l’amore”. Non solo. Questa mattina, infatti, in via Nicolaci è stata allestita un’installazione ideata da Valentina Mammana e realizzata con i ragazzi del liceo artistico Raeli di Noto per il Centro giovanile Teresa Schemmari. Si tratta di tante scarpe rosse disposte fino al palazzo di Villadorata dove, oltre a diversi laboratori, si è tenuta la presentazione del romanzo di Carla Vistarini “Se ho paura prendimi per mano”. Incanta dalla bellezza di Noto, la scrittrice ha detto: “Tutti dovrebbero venire qui per assorbire questo senso di meraviglia e di stupore”. Nel corso della presentazione del suo libro – che narra una storia molto umana, molto intensa e molto attuale – Carla Vistarini si è soffermata sull’importanza della solidarietà, spiegando ai giovani di Volalibro che “le persone da sole sono vulnerabili ma insieme fanno una forza”. Quindi li ha incoraggiati a credere che nella vita tutto può accadere. “Basta crederci – ha concluso Carla Vistarini – e insistere”. Per il percorso dedicato alla legalità, questa mattina, nel cortile di palazzo Giavanti, sede del Cumo, si è tenuta una dimostrazione delle unità cinofile dell’Arma dei Carabinieri. Ancora spazio, oggi, alla sezione “Dai Ragazzi ai ragazzi” con gli alunni del triennio del corso E del liceo Scienze Umane “Regina Margherita” di Palermo che hanno presentato ai loro coetanei il progetto “Luce del pensiero”. Alla riscoperta di filosofi, liberi pensatori, scienziati, matematici, musicisti, letterati della Sicilia. Le questioni del cambiamento climatico e del global warming e l’utilizzo delle energie rinnovabili sono invece stati i temi affrontati da Angelo Fallico e Marcella Mignosa del Local public affairs di Erg Spa, nel corso della “lezione” tenuta ai giovani di Volalibro all’ex Convitto Ragusa. Un incontro nel corso del quale gli esperti della comunicazione di Erg hanno parlato ai ragazzi di questioni drammaticamente attuali, alla base di eventi metereologici estremi che, in più località italiane, si sono tradotti in grandi e piccole calamità naturali. Uno scenario complesso, nell’ambito del quale – come hanno illustrato i due esponenti di Erg – si inquadrano iniziative degli Stati, orientate a limitare, e infine eliminare, la produzione dei cosiddetti “gas serra”, prima tra tutti la CO2, conseguenza dell’utilizzo massiccio di combustibili fossili. In quest’ottica, la soluzione possibile che viene prospettata è l’incremento dell’utilizzo di energie rinnovabili, con in primo piano l’energia eolica, settore nel quale Erg è primo operatore italiano. E a tal proposito i due rappresentanti di Erg hanno anche illustrato ai ragazzi come si costruisce e come funziona un parco eolico, come agisce una turbina eolica e come si trasferisce nelle nostre case l’energia del vento. Tra gli appuntamenti di domani l’incontro con il matematico, logico e saggista Piergiorgio Odifreddi  su “Le prospettive…dell’arte”

 

Print Friendly, PDF & Email