Operatori turistici coreani in visita a Modica. Accolti a Palazzo Grimaldi

MODICA – Una delegazione di operatori turistici e comunicatori della Repubblica coreana sono stati in visita oggi a Modica per un educational che ha toccato Catania, Taormina, Agrigento, Siracusa, Ragusa e domani Palermo.
La comitiva composta da tredici operatori coreani, guidata dal dr. Renato Giuliana, del dipartimento dell’Assessorato regionale al Turismo che ha promosso il tour, dal dr. Antonio Di Fresco, Console onorario della Repubblica di Corea, è stata accolta nella sala di rappresentanza del Palazzo Grimaldi, dal sindaco, Ignazio Abbate, dal componente del cda del consorzio degli operatori turistici della Città, prof. Anselmo Minutoli, dalla dr.ssa Marcella Burderi in rappresentanza della Fondazione “Giovan Pietro Grimaldi” e dal direttore del Consorzio di tutela del cioccolato artigianale di Modica, Nino Scivoletto.
Il sindaco ha dato il benvenuto a nome della Città ai graditi ospiti parlando della città, dei suoi tratti peculiari, dal punto di vista delle bellezze architettoniche ed eccellenze enogastronomiche e poi ancora dalle prospettive legate alla partecipazione di Modica ad Expò Milano 2015.
Gli intervenuti hanno dato il loro saluto auspicando una collaborazione stretta e duratura tra la nostra comunità e quella coreana; nazione emergente nel contesto mondiale con una tecnologia avanzatissima e dalle straordinarie risorse economiche e finanziarie.
Il console Antonio Di Fresco ha proprio evidenziato la necessità di una stretta collaborazione tra la Corea e la Sicilia perché la nostra inventiva possa unirsi alla loro capacità di ricerca e di espansione di nuovi mercati per conoscere e valersi di nuove economie fondate sui beni culturali e sull’enogastronomia.
La comitiva ha visitato il duomo di San Giorgio e San Pietro e il centro storico della Città.
Dopo un veloce snack a base di prodotti tipici locali, la comitiva ha visitato “u dammusu ro’ ciucculattaru” dove Il direttore Scivoletto ha illustrato la produzione del cioccolato di Modica unitamente ai tratti storici che indissolubilmente lo accompagna.

Print Friendly, PDF & Email