Palermo, intitolato al musicista Andrea Butera un largo prospiciente via Roma

Si è svolta questa mattina la cerimonia di intitolazione del largo prospiciente via Roma, all’altezza del civico 59, ad Andrea Butera, musicista ed operista palermitano, in occasione del 195° anniversario della sua nascita (16 gennaio 1822). Butera morì a soli 40 anni, in povertà, l’11 novembre 1862. Svolse la sua attività prevalentemente tra Palermo e Napoli.

Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il Sindaco Leoluca Orlando, il Consigliere Pia Tramontana , il responsabile dell’Ufficio Toponomastica del Comune di Palermo, Michelangelo Salamone e Salvatore Butera, bisnipote di Andrea Butera.

“Ricordiamo oggi, proprio dove nacque, un grande musicista. Andrea Butera fu autore di alcune opere liriche che servono ancora una volta a ricordare che nel cuore del centro storico, dove affondano le radici della nostra città, v’è stata una nutrita presenza di sensibilità artistiche e musicali. Quasi un collegamento ideale tra lui, nato nel centro storico di Palermo ed il Teatro Massimo che non poté mai vedere perché, com’è noto, sorse successivamente”

“Butera fu un compositore molto interessante in un periodo in cui a Palermo, intorno al 1850, c’era una fioritura molto vivace di musicisti – ha detto Pia Tramontana, biografa del musicista e studiosa, che diede la sua tesi di Laurea, uno studio biografico svolto tra Milano, Napoli e Palermo, su “Andrea Butera operista palermitano dell’Ottocento”, relatore il compianto prof. Antonino Titone -.

Butera vinse un concorso per giovani compositori con il lavoro “Atala”, riscuotendo molto successo al Teatro Cannobiana di Milano ed al Carolino di Palermo, oggi Teatro Bellini. Venne contattato da Ricordi, che gli commissionò una nuova opera. Interessantissime le sue trascrizioni per canto e pianoforte delle arie e dei duetti che venivano eseguiti con successo nei salotti della borghesia palermitana e non solo.

Print Friendly, PDF & Email