PER ORLANDO SINDACO. LENTINI CON ALLEANZA PER PALERMO FA RINASCERE LA CORRENTE DOROTEA D.C.


Nel pomeriggio di oggi presso l’hotel dei Cavalieri di Palermo si sono incontrati gli amici del parlamentare regionale Salvatore Lentini, meglio conosciuto come Totò Lentini, per presentare un nuovo simbolo che sosterrà il Sindaco uscente prof. Leoluca Orlando alle prossime elezioni amministrative del capoluogo siciliano.
Il nuovo simbolo denominato Alleanza per Palermo contiene anche il motto “Movimento d’iniziativa Popolare”.
Rileggendo la storia del dopoguerra rileviamo che il Movimento d’iniziativa Popolare faceva parte della Democrazia Cristiana ed era meglio conosciuto come “corrente Dorotea”. Nell’anno 1959, a seguito dell’apertura a sinistra verso il Partito Socialista Italiano si spaccava la corrente maggioritaria di Iniziativa Democratica ed i democratici cristiani progressisti in una riunione tenuta presso il convento Santa Dorotea davano vita al Movimento d’iniziativa Popolare che proprio per il luogo dov’era stata tenuta l’assiste veniva etichettato “corrente dorotea” i principali esponenti di questa corrente erano: Aldo Moro, Mariano Rumor, Antonio Segni, Paolo Emilio Taviani.
E ritorniamo all’incontro di oggi. Totò Lentini ha fatto un’ampia relazione mettendo a nudo le motivazioni che l’hanno spinto assieme ai suoi amici a sostenere Orlando ed in particolare si è soffermato sulle cose già realizzate nell’ultimo quinquennio e principalmente sulle cose da fare per rendere la città realmente vivibile evidenziando l’aspetto occupazionale sia per quanto riguarda gli attuali lavoratori nonché per dare una speranza ai giovani disoccupati.
Il Leader di Alleanza per Palermo ha detto che all’interno della lista sono presenti tutte le categorie professionali. Medici, Farmacisti, Infermieri , dipendenti pubblici e privati, sindacalisti, etc. e che sicuramente dal successo ottenuto gli eletti saranno da pungolo nei confronti degli amministratori per il bene della città e dei cittadini palermitani.
Leoluca Orlando ha ringraziato Lentini e i presenti della fiducia rinnovata e s’è impegnato a non deludere le aspettative dei cittadini. “Amore e impegno per questa città realizzabile solo con un impegno culturale”.
Ed ora si attende l’incontro tra gli esponenti del PD palermitano. Dalle parole di Leoluca Orlando si evince chiaramente la massima apertura sul programma ma in questa competizione non devono concorrere direttamente le liste dei partiti e anzi l’unico partito presente dovrà essere “PALERMO”, partito nel quale dovranno far parte movimenti e liste civiche.
A questo punto ci si chiede: il PD sposerà “PALERMO” o si presenterà alle elezioni per raccogliere una percentuale bassa (6-8%) da offrire alla propria struttura nazionale?
Carmelo Raffa

Print Friendly, PDF & Email