Pomaretto sceglie la via green e rinnovabile: sabato 17 marzo la presentazione

SABATO 17 MARZO LA PRESENTAZIONE DELLE INIZIATIVE PER IL RISPARMIO ENERGETICO E PER LA PRODUZIONE DI CALORE VERDE

Il Comune di Pomaretto, paese montano della Val Chisone, sceglie la “via green”. Sostenibilità, produzione di calore verde, efficientamento energetico. Un percorso che dura ormai da anni, voluto fortemente dall’Amministrazione targata Danilo Breusa, che raggiunge nuovi punti avanzati di sviluppo, a beneficio della comunità e di tutto il territorio pinerolese. Sabato 17 marzo, il Comune in collaborazione con il Bim Pellice, all’interno del progetto PiùperMeno, inaugurerà il nuovo impianto di teleriscaldamento a cippato di legno. L’evento è previsto alle ore 16,30 e alle 17 ci sarà un seminario rivolto a tutti, di approfondimento sulla filiera del legno, in collaborazione con i tecnici del progetto LegnoEnergia della Regione Piemonte e del Politecnico di Torino, Dipartimento di Energetica. L’iniziativa prenderà il via già alle 15, sulla piazza del Municipio, con la visita al Parco fotovoltaico comunale, alla centrale idroelettrica e con la presentazione dei benefici che derivano dall’utilizzo di led per l’illuminazione pubblica e dall’efficientamento energetico degli edifici.

“Da ormai un decennio – spiega il primo cittadino, Danilo Breusa, membro del Consiglio Uncem Piemonte – seguiamo la strada dell’efficienza, della sostenibilità ambientale, della produzione di calore ‘verde’ e siamo in linea con quanto previsto dagli Accordi di Parigi sul clima e anche con quanto scrive Papa Francesco nella Laudato Si. Per realizzare gli interventi abbiamo usato fondi europei, grazie al sostegno della Regione Piemonte e tanti progetti che ci permettono di integrare le risorse comunali. La volontà di seguire questa via è confermata dalla nuova centrale a cippato, che rientra nella valorizzazione della filiera legno locale, con tutti gli attori, compresi i privati. Abbiamo una nuova centrale e una rete di teleriscaldamento per gli immobili, sul modello di altri paesi in particolare trentini e dell’Alto Adige. Per i cittadini è molto importante, in quanto ne consegue risparmio ed efficienza. Ringrazio la Regione e i tecnici del progetto LegnoEnergia che ci aiuteranno a presentare alla comunità l’importanza dell’operazione”.

“Pomaretto apre piste importanti che sono di esempio per altre Valli e Comuni – spiega Marco Bussone, vicepresidente Uncem Piemonte – Uncem le sostiene e volentieri le presenta ai colleghi Amministratori, all’interno di attività di formazione che abbiamo avviato con il Gse, con la Regione Piemonte e, sulla filiera legno, con il Ministero delle Politiche Agricole Forestali e Alimentari, in attesa del nuovo importante Codice forestale che verrà varato a breve”.

Print Friendly, PDF & Email