Profughi. Pisapia: “Milano ha fatto la sua parte”

Milano, 16 giugno 2015 – “Con il Ministro dell’Interno Angelino Alfano oggi abbiamo fatto importanti passi avanti per affrontare le criticità dovute al grande afflusso di profughi a Milano”. Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia dopo l’incontro di oggi con il Ministro dell’Interno Angelino Alfano e con il Prefetto Francesco Paolo Tronca.

“L’Amministrazione e la città hanno già fatto la loro parte, e continueranno a farla. La catena di solidarietà – prosegue il Sindaco – è stata straordinaria e di questo ringrazio tutti i volontari, le associazioni, i cittadini, ma più di così Milano non può fare. La nostra richiesta, quindi, è che non vengano inviati ulteriori profughi in città. Visto che l’Europa ci ha abbandonato è necessario ridistribuire le presenze nelle diverse Regioni, proporzionalmente agli abitanti e in base alla effettiva capacità di dare una prima e dignitosa accoglienza.
Siamo costantemente impegnati per conciliare, come sta accadendo, il decoro della città, la legalità, la sicurezza e i bisogni dei cittadini, con il doveroso aiuto a chi scappa dalla fame e dalle guerre”.

“Abbiamo, inoltre, ottenuto l’immediata consegna degli spazi del Dopo Lavoro Ferroviario, inutilizzato da molto tempo, come luogo dove accogliere dignitosamente i profughi, evitando così che la prima assistenza avvenga negli spazi antistanti la Stazione. Da domani, poi, si potrà utilizzare il C.a.r.a., Centro assistenza richiedenti asilo, anche per i profughi arrivati in questi giorni”, conclude il Sindaco Pisapia.

Print Friendly, PDF & Email