Progetto Transfrontaliero Ue Italia – Malta. Trasporto Sostenibile

SCOGLITTI (RG) –  Nell’ambito del progetto “STREETS” (STRategia intEgrata per un Trasporto Sostenibile Italia Malta) ieri, al Club Nautico di Scoglitti, si è svolto  l’Info Day dal titolo “Pari opportunità, utenze deboli e mobilità collettiva”. Il progetto, con un budget di € 2.500.000, è interamente finanziato con fondi FESR e fondo di rotazione,  ed è promosso dal Dipartimento Regionale delle Infrastrutture della Regione Sicilia in partenariato con il Collegio Universitario ARCES, l’Autorità Portuale di Catania, il Comune di Vittoria, Transport Malta e l’Università di Malta. Un convegno ampiamente partecipato dalla PA, dai cittadini ed dai rappresentanti delle categorie coinvolte, come l’Associazione Movis per i diversamente abili e lo Spi-Cgil per gli anziani. Presenti Giacomo Monteleone, project manager del progetto Streets, nonchè funzionario del Dipartimento regionale dei Trasporti, Marco Migliore, coordinatore dello staff degli esperti del progetto. Entrambi hanno spiegato le azioni di “Streets” ed accolto le osservazioni degli intervenuti. “Il progetto mira, hanno detto – ad aumentare l’efficacia dei collegamenti fra Sicilia e Malta ed in particolare tra i nodi intermodali del sistema (porti/aeroporti) e i principali poli generatori/attrattori di traffico passeggeri e merci”. Significativo l’intervento dell’avvocato Marzia Marzo, vice presidente del Movis che ha parlato delle difficoltà dei diversamente abili, sottolineando l’incongruenza che spesso si riscontra tra il mero assolvimento del diritto formale e quello sostanziale nell’abbattimento delle barriere architettoniche, comprese quelle impediscono la mobilità pubblica. Giorgio Scirpa, segretario regionale dello Spi-Cgil, dal canto suo ha compiuto un excursus molto articolato sui trasporti non solo locali ma anche su scala europea, spiegando come i flussi dall’est asiatico non hanno e non avranno la Sicilia ed il Mediterraneo come gate d’accesso per le merci verso l’Ue ma il Nord Europa, bypassando la Sicilia. Il famoso corridoio 5 Helsinki – La Valletta, dunque, rischia di  risultare svuotato dei suoi contenuti, dal momento che sono azzerate le ricadute economiche per la  nostra Regione.Insomma è venuto fuori un groviglio di scelte sbagliate del passato, un po’ a tutti i livelli (Ue, Stato, Regione) e nonostante la Regione Siciliana si sia dotata anni fa di un piano regione dei trasporti la situazione dei trasporti da noi è quella che tutti abbiamo sotto gli occhi! Dalla platea si sono registrati diversi interventi, alcuni dei quali molto stimolanti. Ad uno di questi, il più meritevole, data la location e perché afferente l’istituzione di una tratta Scoglitti – Malta via catamarano, ha risposto l’assessore al Decentramento Salvatore Avola, che ha chiarito come l’Amministrazione comunale di Vittoria anni fa ha presentato un progetto per il banchinamento di un apposito molo e l’attracco del catamarano con rotta da e per Malta. “Purtroppo – ha chiarito Avola – alle lungaggini burocratiche, si è aggiunto un progetto presentato da privati che per legge ha priorità sul pubblico. Restano in campo circa tremilioni di euro che serviranno per l’escavazione del porto e parte del banchinamento necessario”.

Print Friendly, PDF & Email