Ragusa. Associazioni animaliste ed ambientaliste rammaricate dopo bocciatura Regolamento tutela diritti animali

RAGUSA – “Ragusa ha perso una grossa opportunità. L’aver bocciato il Regolamento a tutela dei diritti degli animali è un fatto deprecabile”. Così le associazioni animaliste ed ambientaliste (Oipa, I Care, Enpa, Lungo Baffo, Cebioff, Gruppo Ricerca Ecologica, Limav, Osa, Guardie Zoofile, Airmo) dopo la decisione dell’Aula consiliare.
Il Consiglio comunale o meglio il Gruppo dei 5 stelle, con l’appoggio del Movimento Città e del Movimento Partecipiamo, ha bocciato il Regolamento a tutela dei diritti degli animali per motivi tutti da dimostrare. Questo Regolamento è stato pensato ed approvato dall’Anci e dalla Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente. Uno strumento fondamentale, che se da un lato tutela i nostri amici animali, dall’altro, regola e regolamenta la convivenza tra gli esseri umani e gli animali. Un Regolamento composto da 57 articoli che affrontano tutte le problematiche che direttamente o indirettamente riguardano il mondo animale.
Un vero atto di presunzione, quello dei consiglieri dei 5 stelle, che lo stesso giorno dell’approvazione in Aula del Regolamento suddetto, hanno ben deciso di presentare un loro Regolamento in sostituzione di quello approvato dall’Anci e dalla Federazione italiana associazioni diritti animali e ambiente”.
Non possiamo – concludono le associazioni – che esprimere il nostro pieno rammarico per una decisione squisitamente politica, di Palazzo, le cui conseguenze ricadranno immancabilmente sull’intera collettività, ancora una volta ostaggio delle miopi logiche partitiche e partigiane”.

Print Friendly, PDF & Email