Ragusa. Conferenza stampa della Questura su iniziative con Ufficio Scolastico Provinciale in merito alla sicurezza del trasporto alunni ed ai progetti di sicurezza stradale

RAGUSA – Nella giornata odierna, il Dirigente della Polizia Stradale di Ragusa, in presenza del Questore della provincia di Ragusa, unitamente al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale ed al Dirigente dell’UPGSP, ha presentato alla stampa le iniziative che verranno portate avanti nel corso dell’anno scolastico 2016-2017.

In primo luogo ha descritto del rinnovato protocollo siglato tra il Servizio Polizia Stradale di Roma ed il M.I.U.R. (Ministero della Istruzione) a tutela della incolumità del trasporto degli alunni delle scuole; il protocollo è nato a seguito dell’incidente stradale avvenuto il 28 luglio del 2012, sul viadotto Acqualonga dell’A16 Napoli-Canosa, nel quale persero la vita 40 persone, di ritorno da una gita turistica a Pietrelcina (Benevento). Detto protocollo prevede una segnalazione preventiva alla Polizia Stradale, da parte delle scuole della provincia, delle gite programmate, in modo da poter effettuare controlli sulle condizioni psicofisiche dei conducenti e sui mezzi utilizzati per il trasporto. In conferenza stampa è stato proiettato il video della ricostruzione dell’incidente.

Particolare attenzione è stata posta sull’uso delle cinture di sicurezza, ricordando gli avvenimenti recenti accaduti in Catalogna, la cui violazione, comporta gravi conseguenze per chi non le indossa anche in Italia.
In tal senso, la giurisprudenza italiana è pressochè costante nel riconoscere, in sede civile, una riduzione del risarcimento del danno ed in sede penale, la previsione del concorso nell’evento in caso di morte.

Oltre all’importante obiettivo della sicurezza stradale, i controlli consentono di verificare un settore molto importante dal punto di vista commerciale, con il conseguente contrasto dell’impiego di conducenti in nero o dell’utilizzo irregolare di licenze n.c.c. (noleggio con conducente).
L’anno scorso sono stati nr. 50 i mezzi controllati, su 243 segnalazioni, con la contestazione di nr. 20 infrazioni.

A seguito dei controlli effettuati, sono scaturiti nr. 3 procedimenti penali, di cui 1 ha portato alla perquisizione e al sequestro di false licenze dal parte della Procura di Ragusa; altri due procedimenti penali, ancora in corso, uno pendente presso la Procura di Ragusa e l’altro trasmesso per competenza ad una altra procura, riguardano l’illecito ottenimento di licenze presso altri comuni italiani, da parte di ditte operanti nel nostro territorio.

Inoltre, ha preannunciato l’avvio dei progetti di educazione stradale:
1. IV Edizione del progetto “Faranno strada……di sicuro. Giovani Artisti per la Sicurezza Stradale”, che vedrà esibire i giovani artisti delle scuole superiori della provincia di Ragusa, ad aprile 2017 al Palatenda di Ragusa, con la collaborazione del maestro Peppe Arezzo. Il progetto, ideato dalla Polizia Stradale di Ragusa, parte dalla triste evidenza che sulle strade, ogni anno, in tanti sono a perdere la vita e che nonostante la riduzione del numero delle vittime della strada negli ultimi dieci anni, ancora oggi, la principale causa di morte per i giovani, di età compresa tra i 15 ed i 30 anni, è l’incidente stradale. La prosecuzione dell’iniziativa è stata voluta fortemente dai ragazzi della Consulta Provinciale Studentesca di Ragusa che lo hanno portato come modello di legalità a Roma nel confronto annuale degli studenti delle consulte provinciali d’Italia.

2. Il progetto ICARO 2017, giunto alla XVII Edizione, diretto anche quest’anno all’uso della bici in sicurezza. La campagna, nata dalla evidenza di un elevato numero di ciclisti vittime di incidenti stradali in ambito nazionale e portata avanti dalla Polizia di Stato, d’intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, il Dipartimento di Psicologia, l’Università “Sapienza” di Roma, la Fondazione ANIA, il MOIGE (Movimento Italiano Genitori) e la Federazione Ciclistica Italiana, è diretta alle scuole primarie e secondarie, individuate dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Ragusa ed è finalizzata alla promozione e sensibilizzazione della cultura della sicurezza stradale. Agenti della Polizia Stradale di Ragusa, appositamente formati presso il Centro di Addestramento della Polizia di Stato di Spoleto, avvieranno presso gli istituti scolastici un programma di formazione che coinvolgerà bambini, i genitori ed i nonni prevedendo la compilazione di materiali per la valutazione pre-post intervento. Il Corso sarà incentrato sulla visione di video tutorial che illustrano comportamenti corretti e scorretti e su interviste a personaggi significativi ed al loro rapporto con la bicicletta. La visione di filmati e cartoni animati evidenzia come sia più sicuro viaggiare sulle strade utilizzando il casco, le luci anteriori e posteriori sulle bici, così come i campanelli, che si rivelano molto utili per segnalare la presenza. Gli agenti, inoltre, insegneranno ai bambini come indossare correttamente il caschetto, in quanto, un uso non corretto compromette la loro sicurezza.

Print Friendly, PDF & Email