Regione Liguria. Bando agevolazioni aziende alluvionate

Confindustria Liguria

Con la delibera n.1294 del 24 ottobre 2014, la Giunta della Regione Liguria ha approvato un bando a favore delle imprese danneggiate dalle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi sul territorio regionale nei mesi di agosto 2014 e di ottobre 2014. La successiva delibera del 31 ottobre 2014 ha provveduto a ridefinire ed estendere i perimetri delle aree interessante includendo, oltre alle zone di Genova delimitate nella cartografia allegata al bando, anche un elenco di comuni tra cui Bargagli, Chiavari, Cicagna, Leivi, Masone, Moconesi, Montebruno, Orero, San Colombano Certenoli e Sori.
Le agevolazioni sono destinate alle piccole e medie imprese industriali, artigiane, di servizi, commerciali e turistiche, iscritte nel Registro delle imprese, che:

  • abbiano presentato la scheda di segnalazione del danno alla Cciaa (modello E) nei termini previsti
  • abbiano subito danni a seguito eccezionali avversità atmosferiche per un importo complessivo segnalato nel Mod. E) non superiore a 40.000 euro
  • non abbiano cessato l’attività
  • (con riferimento agli eventi di ottobre 2014) abbiano le sedi danneggiate ubicate all’interno delle aree interessate da significativi fenomeni di esondazione perimetrate dalla Provincia di Genova e dal Comune di Genova, come elencate e rappresentate nell’allegato 2 del bando

Il contributo è calcolato a copertura dei danni subiti a beni immobili e mobili- comprese le scorte – fino alla misura massima del 100% per danni fino a 40.000 euro. Può essere richiesto il contributo anche per interventi di ripristino di immobili danneggiati, sede della propria attività, ma di proprietà di terzi, detenuti alla data degli eventi calamitosi, a qualunque titolo di possesso.

La domanda di accesso al contributo deve essere presentata alla Camera di Commercio di Genova a far data dal 27 ottobre e fino al 14 novembre 2014. Ogni impresa può presentare un’unica domanda anche ricomprendente più unità locali danneggiate.

Le domande presentate valutate con esito positivo sotto il profilo dei requisiti di ammissibilità formale sono sottoposte a verifica tecnica, per l’effettuazione della quale la Camera di Commercio si avvarrà di professionisti abilitati iscritti ai rispettivi collegi o ordini professionali, i quali provvederanno a redigere apposita perizia asseverata attestante la tipologia e la quantificazione dei danni subiti in relazione agli eventi in oggetto.

Il costo ammissibile è determinato sulla base del valore del danno subìto attestato dal professionista abilitato, fermo restando che il costo ammissibile non può comunque superare l’importo complessivo dei danni subiti segnalato ai punti 1, 2 e 3 della scheda di rilevazione del danno.

La CCIAA trasmette a Filse le risultanze delle verifiche effettuate ai fini della adozione da parte di Filse del provvedimento di concessione e di liquidazione del contributo

In allegato la delibera 1294  con bando e allegato 1, per la consultazione delle aree geografiche e dei comuni colpiti (allegato 2) si rimanda a questo link.

Per approfondimenti si rimanda ai seguenti siti istituzionali:

Regione Liguria: http://www.regione.liguria.it/argomenti/territorio-ambiente-e-infrastrutture/protezione-civile/alluvione-2014.html

FILSE: http://www.filse.it/index.php?option=com_docman&task=cat_view&gid=179&Itemid=154

Camera di Commercio di Genova: http://www.ge.camcom.gov.it/IT/HomePage

Print Friendly, PDF & Email